Quantcast

Province, i presidenti a Bonaccini “Rallentare la riforma. Incontro con il Governo”

Riforma Delrio, i presidenti delle Province emiliano romagnole hanno incontrato oggi il neo presidente della Regione, Stefano Bonaccini. 

Riforma Delrio, i presidenti delle Province emiliano romagnole hanno incontrato oggi il neo presidente della Regione, Stefano Bonaccini. A rappresentare Piacenza la vice presidente Patrizia Calza. “Tutti i rappresentanti delle Province hanno convenuto nel dire che – spiega Calza – così com’è la riforma Delrio è inattuabile, perché porta alla soppressione di alcuni servizi essenziali, con una riduzione del personale repentina. Per questo motivo al presidente Bonaccini è stato chiesto di promuovere al più presto un incontro con Il Governo, insieme ai presidenti di Provincia e ai sindaci dei Comuni capoluogo, per far presente la situazione”. 

“Noi condividiamo il percorso di semplificazione istituzionale che è stato iniziato, riteniamo però – continua la vice presidente Calza – che per portarlo a compimento siano necessari tempo e modo”. “Innanzitutto è necessario raffreddare la procedura di assunzione del personale delle Province in altri enti, la procedura deve essere bloccata perché prima è necessario compiere una valutazione complessiva di tutta la funzione pubblica, per verificare quali siano posti disponibili. La Regione Emilia Romagna vanta credibilità, da questo punto di vista, perché abbiamo già portato a compimento le Unioni dei Comuni e abbiamo iniziato a discutere di area vasta. Però sono necessari tempi diversi, perché altrimenti si rischia di creare disoccupati”.

“Per quanto riguarda Piacenza, oltre a condividere le posizioni di altri presidenti, abbiamo fatto presente il problema del servizio agricoltura, esternalizzato. Per questo abbiamo chiesto alla Regione di aiutarci – conclude Calza – nel mantenere i servizi essenziali”.    

CALZA INCONTRA IL PRESIDENTE DELLA REGIONE BONACCINI: “RIFORMA DELRIO INATTUABILE” – IL COMUNICATO UFFICIALE
Riunione con tutti i presidenti delle Province emiliano-romagnole. Chiesto un incontro con il Governo

PIACENZA – “Serve più tempo, al momento la riforma Delrio è inattuabile”. La Vicepresidente della Provincia Patrizia Calza ha incontrato questa mattina a Bologna, insieme a tutti i Presidenti delle Province emiliano-romagnole, il neo Presidente della Regione Stefano Bonaccini.

“E’ stata illustrata la situazione di grande difficoltà in cui versano le Province anche sulla base della nuova Legge di Stabilità – ha spiegato Calza al termine della riunione – . Come Provincia di Piacenza abbiamo in particolare fatto presente al Presidente Bonaccini il problema del servizio agricoltura esternalizzato e dei lavoratori ai quali non potranno essere rinnovati i contratti”.

Gli amministratori hanno chiesto che venga promosso un incontro urgente con il Governo a cui partecipino anche i sindaci dei comuni capoluogo: “Non vogliamo ostacolare il progetto di semplificazione istituzionale, come Regione portiamo l’esperienza delle unioni e delle fusioni dei Comuni e stiamo ragionando di area vasta, ma ad oggi la riforma è inattuabile e mette gravemente a rischio alcuni servizi essenziali creando un problema occupazionale significativo”.

“Servono tempi più lunghi – ha aggiunto la vicepresidente della Provincia –, a partire dalla procedura di assunzione del personale delle Province da parte di altri enti che riteniamo debba essere “raffreddata” fino a quando non sarà effettuato un monitoraggio complessivo per capire prima di tutto quali di questi enti, anche considerando i limiti di spesa per il personale, potranno effettivamente accogliere i dipendenti che verranno trasferiti e quanti posti saranno disponibili”.        

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.