Quantcast

Valorizzazione immobili del Demanio, l’intesa con quattro sindaci

Sarà la sala degli affreschi dei Musei Civici di Palazzo Farnese, martedì 9 dicembre alle 11.30, a ospitare la firma degli accordi di valorizzazione dei beni immobili di proprietà dello Stato

Più informazioni su

Sarà la sala degli affreschi dei Musei Civici di Palazzo Farnese, martedì 9 dicembre alle 11.30, a ospitare la firma degli accordi di valorizzazione dei beni immobili di proprietà dello Stato che riguardano, oltre al Comune di Piacenza, anche le città di Torino, Trieste e Padova.

A siglare le rispettive intese interverranno il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano, il direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi unitamente ai sindaci Paolo Dosi, Piero Fassino, Roberto Cosolini e Massimo Bitonci.

I quattro progetti di valorizzazione di immobili pubblici a Torino, Padova, Trieste e Piacenza. L’agenzia del Demanio in una nota in cui spiega che si tratta della rifunzionalizzazione di immobili pubblici strategici per le città, finalizzato allo sviluppo dei territori e al raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica.

Gli accordi saranno ufficializzati il 9 dicembre a Piacenza con la firma del direttore dell’agenzia Demanio, Roberto Reggi, e dei i sindaci dei Comuni. Alla firma saranno presenti anche il sottosegretario Gioacchino Alfano in rappresentanza del Ministero della Difesa, protagonista attivo dei questi processi di rigenerazione e riqualificazione urbana.

A PIACENZA – L’intesa riguarda la valorizzazione di 12 immobili del Demanio a Piacenza inseriti nel Psc (tra questi, il complesso di S. Agostino, le caserme Cantore, Dal Verme, Alfieri, Cella, De Sonnaz, la chiesa di San Lorenzo, Palazzo Madama, Palazzo Landi). Il Comune grazie a questo accordo sarà partner dell’operazione e, in caso di vendita a soggetti pubblici o privati dei beni valorizzati, incasserà una quota variabile dal 5 al 15 per cento del valore di vendita degli immobili. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.