Quantcast

Al Melville serata benefica pro Croce Rossa

A San Nicolò, sabato 10 Gennaio, il caffè letterario Melville ospiterà una serata dedicata alla Croce Rossa Italiana. A partire dalle ore 18.30 si susseguiranno alcuni momenti significativi: per cominciare, la presentazione del libro del Dott. Renato Zurla “Dal buio alla luce: il coraggio di rinascere”, Edizioni Pontegobbo. 

Piacenza – A San Nicolò, sabato 10 Gennaio, il caffè letterario Melville ospiterà una serata dedicata alla Croce Rossa Italiana. A partire dalle ore 18.30 si susseguiranno alcuni momenti significativi: per cominciare, la presentazione del libro del Dott. Renato Zurla “Dal buio alla luce: il coraggio di rinascere”, Edizioni Pontegobbo.

L’autore, conosciuto in tutta la provincia per la sua professionalità e per il suo impegno nel volontariato, racconterà la sua esperienza, testimonianza di un uomo che, con determinazione e umiltà e senza perdersi d’animo, ha ricostruito pazientemente la sua identità quasi cancellata dalla malattia. Questa “rinascita” è stata possibile grazie all’aiuto della famiglia e di medici capaci di indirizzarlo e sostenerlo lungo il percorso verso la guarigione. Alla storia clinica si intrecciano riflessioni più profonde, collegate alle esperienze di vita, alle aspirazioni e alle fatiche regalando un messaggio di speranza cha va oltre il dolore.

A seguire, cena benefica su prenotazione a menù fisso € 25,00, di cui una parte sarà devoluta alla C.R.I. di san Nicolò. E’ possibile prenotare la cena telefonando al numero: 0523/043159 o via mail all’indirizzo: caffemelville@gmail.com.

Per finire, nel corso della rassegna “Melville Unplugged” Giuliano Ligabue Swing Trio in concerto, band emergente sulla scena piacentina. Verrà proposto un repertorio di classici del Songbook Americano che spazia tra grandi autori come Cole Porter, George Gershwin, Rodgers & Hart e Duke Ellington, interpretati dalla voce e dalla chitarra di Giuliano Ligabue. Il tutto viene supportato dalla grande esperienza e bravura di Mario Zara al piano e dalla solida base ritmica di Michele Mazzoni al basso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.