Quantcast

Alti & Bassi al Verdi, da Bach a Disney a cappella

Cinque voci, cinque microfoni e nessuno strumento musicale: si presentano così gli Alti & Bassi sul palco del teatro Verdi di Fiorenzuola il 5 gennaio

Più informazioni su

GLI ALTI E BASSI A FIORENZUOLA: DA BACH ALLA WALT DISNEY

Cinque voci, cinque microfoni e nessuno strumento musicale: si presentano così gli Alti & Bassi sul palco del teatro Verdi di Fiorenzuola il 5 gennaio. Paolo Bellodi (note alte e basse), Andrea Thomas Gambetti (note alte), Diego Saltarella (tenore), Alberto Schirò (tenore pop) e Filippo Tuccimei (note basse e contrabbasse) formano il più importante gruppo vocale italiano a cappella che ha ricevuto moltissimi premi e riconoscimenti: nato nel ’94 perché il basso di allora era il più alto (quasi due metri) e la voce più acuta era di Gambetti (cioè il più basso di statura), hanno partecipato a festival nazionali quali Voice Mania, Cappella Festival, Pure Voices e a vari programmi su Tele+3, Videomusic, Canale5, Raiuno, Tv Svizzera Italiana e Radio Capital, Radio Montecarlo, Radio Deejay, Radio 101. Hanno vinto e meritato anche il Premio Quartetto Cetra nel 1998 e il Premio Carosone nel 2006.

Un vero e proprio gruppo musicale che riesce a riprodurre con la voce la batteria, le chitarre, il basso e i fiati senza annoiare, ma intrattenendo anche i più piccoli, con serietà e qualche pizzico di ironia. La loro infatti è musica colta, prodotto di tanti anni di sforzo e studio.
Lo spettacolo è adatto a tutta la famiglia, proprio perché gli Alti & Bassi possiedono un grande repertorio, che va dalla musica classica a quella jazz, dagli anni 80 alle colonne della Walt Disney.

Il gruppo, inoltre, ha dovuto rinviare l’uscita dell’ultimo album “La nave dei sogni” (prevista per il 7 dicembre e spostata al 13 gennaio), poiché i cinque sono stati selezionati tra i venti big del Festival di Sanremo. “A Carlo Conti era piaciuta moltissimo la nostra canzone originale”. E inoltre i cinque hanno conosciuto Lucia Mannucci e Virgilio Savona del Quartetto Cetra.

Gli Alti & Bassi hanno appena compiuto vent’anni e nel pieno della loro carriera al Verdi hanno proposto varie melodie: da Singing in the rain e Smile a Enzo Iannacci (Faceva il palo nella banda dell’ortica) e Sixteen Tons di Ernie Ford, da Aria sulla 4° corda di Bach alle colonne sonore dei cartoni animati I sette nani, Cenerentola, Mary Poppins, senza saltare gli ani ’80.

Per chi fosse andato a teatro con l’idea di trascorrere una serata tranquilla si è sbagliato, il gruppo si è insinuato tra la platea, coinvolgendo il pubblico e salutandolo da vicino, scherzando, senza mai essere invadente. Un grande gruppo che diverte ma mantiene sempre un tono di serietà e professionalità indispensabili nell’esecuzione di brani così difficili da cantare a cappella.

Valentina Barbieri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.