Quantcast

Coppa Italia, a Trento il Copra sfiora l’impresa. Sconfitta al quinto foto

Il Copra Volley sfiora l’impresa a Trento dopo una partita maratona. I biancorossi sono stati vicini alla vittoria sullo 0 a 2 e di nuovo nel tie break. Alla fine l’accesso alla final four di Coppa Italia è per Trento

Più informazioni su

TRENTINO VOLLEY – COPRA PIACENZA 3-2 (24-26; 19-25; 37-35; 25-19; 16-14)

Il Copra Volley sfiora l’impresa a Trento dopo una partita maratona dei quarti di Coppa Italia. I biancorossi sono stati vicini alla vittoria sullo 0 a 2 e di nuovo nel tie break. Alla fine l’accesso alla final four di Coppa Italia è per Trento.

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO – COPRA PIACENZA 3-2 (24-26, 19-25, 37-35, 25-21, 16-14) – ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 27, Nelli 2, Birarelli 12, Zygadlo 2, Nemec 9, Giannelli, Lanza 30, Solé 7, Colaci (L), Fedrizzi 1, Burgsthaler. Non entrati Thei, Mazzone. All. Stoytchev. COPRA PIACENZA: Alletti 11, Marra (L), Poey 25, Papi 10, Ter Horst, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 2, Zlatanov 30, Ostapenko 12, Tencati 1, Kohut 2, Rodrigues Tavares 3. Non entrati Page. All. Radici. ARBITRI: Sampaolo, Braico. NOTE – Spettatori 2400, incasso 19000, durata set: 28′, 25′, 44′, 25′, 21′; tot: 143′.

L’Energy T.I. Diatec Trentino soffre, fatica, suda freddo ma alla fine rispetta il pronostico della vigilia, staccando il pass per la Del Monte® Coppa Italia Final Four di Bologna grazie al successo per 3-2 sulla Copra Piacenza nel quarto di finale che metteva di fronte prima ed ultima testa di serie del tabellone 2015 di Del Monte®® Coppa Italia. A dieci giorni dalla precedente vittoria in regular season, che le aveva consegnato il titolo d’inverno di SuperLega UnipolSai, la squadra di Stoytchev ha ribadito la propria superiorità sugli emiliani imponendosi però in maniera decisamente meno netta e rischiando seriamente di salutare la competizione dopo appena tre set.

Arrivata a Trento senza Vermiglio ma con molta carica agonistica addossa, Piacenza ha messo alle corde i padroni di casa sino al 20-23 del terzo set e si è vista annullare quattro palle match prima di perdere un emozionantissimo parziale solo 35-37. Sino a quel momento Zlatanov in attacco, Tavares in regia ed uno splendido Papi avevano fatto la differenza. La squadra di Stoytchev ha avuto il merito di crederci sino alla fine e, con Nelli in campo per Nemec, è stata in grado di coronare una storica rimonta trasformando in oro colato l’efficacia a rete di Lanza (30 punti col 60% a rete, MVP del match), l’incredibile vena di Kaziyski sulle palle impossibili da attaccare e le difese di Colaci, strepitoso in tutti i cinque i set. Per Trento è la sesta Semifinale di Coppa Italia consecutiva, mentre la Copra lascia con onore il torneo a cui era arrivata come campione uscente.

Chiamate del Video Check:
1° SET
1-0 (attacco di Kaziyski) Video Check richiesto da Trento: per verifica In/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (2-0)
7-4 (attacco di Kaziyski) Video Check richiesto da Trento: per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (7-5)
9-9 (servizio di Papi) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (10-9).
12-13 (attacco di Lanza) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica in/out. Decisione arbitrale inverita, punto assegnato a Piacenza (12-14)
23-24 (attacco di Poey) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (24-24)
24-25 (servizio di Massari) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (24-26)
2° SET
11-15 (invasione di Ostapenko) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (12-15)
3° SET
1-0 (muro di Solé) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (2-0).
20-23 (attacco di Poey) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (21-23)
25-26 (servizio di Poey) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (26-26)
4° SET
11-9 (servizio di Alletti) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (12-9)
5° SET
14-14 (attacco di Kohut) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (15-14)

Radostin Stoytchev (allenatore Energy T.I. Diatec Trentino): “Abbiamo sofferto e lottato sino alla fine contro una Piacenza che per i primi tre set è stata quasi perfetta e ha giocato, come spesso accade dopo aver subito un 3-0 pochi giorni prima, con la mente libera. Un po’ alla volta abbiamo però ritrovato il carattere ed il nostro gioco meritando alla fine questo successo. Siamo stati eccezionali nel non mollare e riprendere piano piano a giocare la nostra pallavolo”.
Andrea Radici (allenatore Copra Piacenza): “Brucia tanto uscire in questa maniera ma ci va dato atto di aver lottato sino alla fine con grandissimo orgoglio. Purtroppo con un paio di errori nei momenti decisivi del terzo set abbiamo permesso a Trento di rialzare la testa e poi è diventato difficile fermarli. Peccato, perché con appena due partite alle spalle con questo nuovo assetto abbiamo dimostrato di essere una squadra tutt’altro che arrendevole e che darà il massimo sino alla fine come abbiamo fatto oggi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.