Quantcast

Dosi e la giunta incontrano le comunità islamiche: “Qui la convivenza funziona” foto

Il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e giunta comunale hanno incontrato i rappresentanti della comunità islamica piacentina dopo i tragici fatti di Parigi

Più informazioni su

Il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e giunta comunale hanno incontrato i rappresentanti della comunità islamica piacentina dopo i tragici fatti di Parigi.

’A Piacenza abbiamo una esperienza consolidata di convivenza con la comunità islamica – ha voluto sottolineare il primo cittadino – e’ fatto risaputo che a Piacenza c’è una delle percentuali più alte di bambini stranieri iscritti nelle scuole.

Quanto accaduto a Parigi e in Nigeria, con motivazioni religiosi utilizzate per giustificare quelli che sono atti terroristici, può minare questo rapporto sereno di convivenza. L’incontro di oggi vuole allontanare questo timore, nei confronti di quelli che noi consideriamo essere ’nuovi piacentini’.

E’ intervenuto poi il rappresentante della comunità islamica di Piacenza, Arian Kajashi. ’I fatti di Parigi non hanno nulla a che fare – ha ribadito – con la religione e con l’Islam. Gli autori di questi fatti sono terroristi, che non conoscono per nulla la religione cui dicono di appartenere. L’Islam e’ religione di pace e convivenza. Ci sono alcuni musulmani che la usano per altri scopi: politici e economici.

Non e’ vero che le comunità musulmane non prendono la distanza da quanto accaduto: noi condanniamo quanto e’ accaduto. Il livello di integrazione a Piacenza e’ da prendere a esempio, non abbiamo incontrato le difficoltà che altri hanno incontrato in alcune zone del Nordest d’Italia. Io vengo dall’Albania, il mio paese e’ a maggioranza musulmana, all’80 per cento, mentre 10 per cento e’ cattolico e 10 per cento e’ ortodosso. Noi conviviamo pacificamente, la religione di appartenenza non e’ un problema’.

“In caso di persone violente o facinorose individuate – ha aggiunto Kajashi – all’interno della nostra comunità, verranno segnalate alla polizia, oltre che essere indirizzati all’Imam”.

La parola poi alla rappresentante dei Giovani Musulmani di Piacenza, che afferma: ’Noi condanniamo quanto accaduto, non rispecchia assolutamente l’Islam’ dice.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.