Quantcast

Fabiano racconta il suo Masterchef: “In Cracco ho trovato un amico”

Fabiano Mantovan, 41 anni, artigiano di Porto Viro (Rovigo) è stato eliminato dal noto programma di cucina Masterchef Italia durante la puntata andata in onda il 15 gennaio su Sky Uno

Più informazioni su

Fabiano Mantovan, 41 anni, artigiano di Porto Viro (Rovigo) è stato eliminato dal noto programma di cucina Masterchef Italia durante la puntata andata in onda il 15 gennaio su Sky Uno. Fabiano è un uomo gentile, disponibile, di una bontà immensa che ha dimostrato anche durante il programma. Non smette mai di ringraziare, su facebook scrive “È stata durissima la mia uscita, piena di lacrime.. Ma la mia vittoria è stata con tutte le persone che mi hanno mandato tantissimi messaggi di affetto, ringrazio infinitamente tutti.. Sentire questo mi rende veramente felice”.


La tua eliminazione da Masterchef è stata molto commovente: tutti i concorrenti sono scoppiati in lacrime, tu hai abbracciato Carlo Cracco, sul tuo profilo facebook hai ricevuto anche tanti messaggi di conforto e sostegno…

Sì, piangevano tutti, anche i miei amici, la redazione, c’era un vuoto enorme. Anche per Viola è stato sofferente, perché come me piaceva alla gente. Ho ricevuto anche tantissimi messaggi, non mi aspettavo tutto questo sostegno.

No?
Ho partecipato a Masterchef perché era una cosa che sentivo dentro di me. Dopo tutto il sostegno ricevuto anche sul web mi sono ritrovato un po’ spiazzato, mi ha fatto piacere, non credevo. Sono piaciuto e questo è molto bello.


Come hai vissuto questi giorni dopo la messa  in onda dell’eliminazione?

Tanta felicità, perché ho conosciuto molte persone. Sono felice, l’importante è che io sia piaciuto alla gente. Moltissimi sono venuti a Milano per conoscere me e Viola, dentro di me provo un grande piacere, è molto bello. Ho incontrato anche Alessandro Cattelan che mi ha abbracciato, abbiamo fatto molte foto insieme. Ma quando mi ha chiesto: “voglio fare una foto con te”, gli ho detto “voglio io fare una foto con te”. Ero un po’ imbarazzato, è stato molto bello incontrarlo. Mi ha detto: “Fabiano, sei grande. Mi hai fatto piangere. Io faccio il tifo per te”. Anche Almo (concorrente di Masterchef della terza edizione) è venuto fino a Milano per conoscermi.

Maledetto ossobuco, lo cucinerai ancora?
(Ride, ndr) No, non l’ho più cucinato e non lo cucinerò più.

Hai mantenuto i rapporti con gli altri concorrenti?
Sì, con tutti. Tutti i giorni mi sento con tutti, siamo diventati amici. Mi sento con Arianna, Giuseppe, Gabriele, via telefono e sul web.


E il rapporto con Carlo Cracco?

Nelle esterne quando eravamo ripresi scherzavamo sempre, io ero l’unico che riusciva a scherzare con Cracco. Io sono impacciato a parlare italiano, così lui mi ha mostrato subito simpatia, mi trovavo bene a parlare con lui in dialetto. Quando passava si metteva a ridere, diceva qualcosa ai ragazzi in dialetto. Più che un giudice, ho trovato un amico.


Masterchef in una parola?

Un sogno. Un sogno che si è realizzato anche se non sono andato fino alla fine, è stato bello piacere alla gente perché è soddisfacente.

Cosa preferisci cucinare?
Tutti i tipi di pesce, lo conosco bene, mi piace. Quando siamo andati in Sicilia per la prova in esterna, tutti volevano me perché lo so cucinare bene. Se dovessi fare 10 piatti, li farei tutti di pesce. Ai giudici avevo portato il Rollè di branzino con gamberi e verdure croccanti (qui la ricetta: http://masterchef.sky.it/ricette/secondo/rolle-branzino-gamberi-verdure-croccanti/).


Ora stai gareggiando per Master of Pasta…

Sì, è molto bello, perché mi sono trovato a fare un altro piatto sempre a sorpresa, con la mistery box. Ora aspetto, e vedo come va. Anche questa è una gara, speriamo di vincerla, io non ho mai seguito corsi di cucina, ho sempre preparato i piatti a casa per gli amici e i parenti, quindi l’Alma sarebbe una bella opportunità. Chi ha assaggiato il piatto che ho preparato (Sedanini di mare) ha detto che è bello e buono.


Progetti per il futuro?

Non ne ho ancora, aspetto qualche valutazione per qualche cosa che mi verrà offerto in futuro. Sono comunque aperto a tutto, a qualsiasi esperienza.

Valentina Barbieri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.