Tra storia e attualità, Piacenza celebra il Giorno della Memoria

Piacenza si prepara alla ricorrenza del giorno della memoria, a 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale. Il Comune, rappresentato dalle assessore Giulia Piroli e Tiziana Albasi, ha presentato il programma delle iniziative rivolte non solo alle scuole, ma a tutta la cittadinanza.

Più informazioni su

Piacenza si prepara alla ricorrenza del giorno della memoria, a 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale. Il Comune, rappresentato dalle assessore Giulia Piroli e Tiziana Albasi, ha presentato il programma delle iniziative rivolte non solo alle scuole, ma a tutta la cittadinanza.
 
L’edizione 2015 cade in un momento speciale, non solo per la ricorrenza che cade quest’anno, ma per i recenti episodi accaduti in Francia e in Nigeria.
 
’Il Giorno della Memoria rappresenta un’occasione per riflettere sui valori fondanti della nostra democrazia. Un’occasione non solo celebrativa – sottolinea Piroli – visti i recenti accadimenti di Parigi e non solo. Non bisogna mai abbandonare la guardia’.
 
’La memoria – continua l’assessore Albasi – richiama drammaticamente l’attualità. Mantenere viva la memoria significa non solo esaminarne gli aspetti giudiziali, ma anche quelli etici, morali e storici calati nell’attualità, alla luce di quanto sta accadendo in Siria, in Francia e in Nigeria. Le guerre continuano a cancellare cultura e memoria’.
 
Le iniziative sono organizzate non solo dal Comune, ma anche dall’istituto storico della Resistenza, associazione Banda Larga, centro culturale Italo – Tedesco, cantiere Simone Weil, Muzikobando e Gabriele Cohen, ARCI, CGIL, Manicomics, Quarta Parete, Fondazione Teatri, laboratori liceo Gioia e istituto Romagnosi, biblioteca Passerini Landi.
 
Attorno al 27 gennaio, data in cui cade il Giorno della Memoria, si sviluppa quindi un ricco calendario, con inizio dal 21 gennaio al 3 febbraio.
 
Tra gli eventi più significativi la presentazione del libro ’Abenaim – una famiglia ebrea e le leggi razziali’, pubblicazione di Umberto Abenaim con la direttrice dell’Isrec Carla Antonini. Il volume, edito con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, sarà presentato proprio il 27 gennaio in Fondazione alle 17 e 30.

Il programma

Iniziative Isrec – Comune

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.