Quantcast

Al Verdi “la vita è un viaggio” con Severgnini

Il teatro Verdi di Fiorenzuola è gremito per lo spettacolo “La vita è un viaggio”, regia di Francesco Brandi con Beppe Severgnini, Marta Isabella Rizi e la cantante Elisabetta Spada, la sera di San Valentino

Più informazioni su

LA VITA È UN VIAGGIO DI BEPPE SEVERGNINI

Il teatro Verdi di Fiorenzuola è gremito per lo spettacolo “La vita è un viaggio”, regia di Francesco Brandi con Beppe Severgnini, Marta Isabella Rizi e la cantante Elisabetta Spada, la sera di San Valentino.

Aeroporto bloccato, trolley e zaini sparsi qui e là, un libro, una chitarra, un aeroplanino di carta appeso, diverse destinazioni: sono questi gli elementi essenziali della scenografia. Mentre Marta litiga col fidanzato in inglese, Beppe la osserva. Poi le parla. La conversazione è tipica dello stile di Severgnini, semiseria, ironica, leggera, alla portata di tutti.

Lo spettacolo, che vede l’esordio del giornalista come autore teatrale e attore, è basato sui suoi libri best seller “La vita è un viaggio” e “Italiani di domani” (2012). Mentre le musiche sono di Kiss & Drive.

Severgnini, che non finge e recita, ma interpreta liberamente se stesso, incalza Marta con domande, suggerimenti, consigli tipici di un viaggiatore esperto e simpatico. “Nella vita ci vogliono le 4 T: Talento, Tenacia, Tempismo e Tolleranza”. E così, tra una battuta e l’altra, racconta di se stesso, della sua vita, delle abitudini degli italiani “che spesso non si adattano alle novità”.
I dialoghi sono spediti, veloci, interrotti talvolta da racconti diretti alla Woody Allen.

Non tralascia la politica italiana, i suoi gusti letterari, i suoi consigli di viaggio. Perchè in fondo lo spettacolo è proprio questo: una riflessione sul viaggio, sul tempo, sulla vita. Mentre Marta è diretta al Brasile e Severgnini a Boston, Elisabetta Spada interrompe i loro dialoghi con musiche tranquille e adatte al contesto.

Ma Beppe non si presenta solo come giornalista, si analizza anche come padre. E quando l’aeroporto riapre, le mete dei protagonisti si scambiano, forse, per un viaggio diverso. Le sue parole e la sua ironia leggera scatenano un lungo applauso.

Valentina Barbieri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.