Quantcast

Commissione elette, Rapaccioli (Pd): “L’otto marzo è tutto l’anno”

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento della consigliera comunale del Pd di Piacenza Laura Rapacioli.

Più informazioni su

Commissione elette ha ragione di essere? Riceviamo e pubblichiamo l’intervento della consigliera comunale del Pd di Piacenza Laura Rapacioli.

A Piacenza il consiglio comunale e’ composto da 32 consiglieri di cui 8 sono donne. (Gia’ questo numero dovrebbe far riflettere). 4 di queste donne hanno chiesto di far parte delle commissione delle elette , una commissione speciale che promuove le politiche di pari opportunità che sono ben diverse dalle politiche sociali, culturali, economiche, o territoriali… S intrecciano, si incontrano ma sono cose diverse.

Sono profondamente convinta che le politiche di pari opportunità siano degne di essere trattate da una commissione speciale, dedicata , una commissione che non le sminuisce anzi attribuisce loro grande importanza perche le donne meritano attenzione . Meritano grande attenzione in quanto le diseguaglianze esistono ancora , la violenza pure e le pari opportunita nel mondo lavorativo, politico, civile non ci sono per tutte.

E’ vero che la condizione delle donne e’ migliorata nel corso degli anni e diverse donne ricoprono ruoli importanti ma e’ altrettanto vero che tante non hanno strumenti,opportunita’ per emergere o ancor peggio per condurre una vita normale.i diritti di cui godiamo oggi non sono piovuti dal cielo ma sono frutto di battaglie, proposte ed iniziative di tante altre donne. colgo l’ occasione per ringraziare le consigliere che nei vari mandati, da 20 anni a questa parte, hanno svolto con impegno il ruolo di componenti della commissione. mi piacerebbe conoscerle e stringere loro la mano per ringraziarle. Ringrazio pure le attuali componenti della commissione elette Miriam Bisagni, Sandra Ponzini ed in particolar modo la nostra presidente Maria Lucia Girometta.

In qualita’ di consigliere eletto dai cittadini e dalle cittadine ho la responsabilita’ di continuare il lavoro intrapreso 20 anni fa dalla prima commissione delle elette, lo faccio in modo diverso perche le problematiche di genere sono in parte mutate nel tempo, le azioni da intraprendere possono esere diverse ma se grazie ad un convegno, a una discussione, ad un incontro, ad un’iniziativa ho richiamato l’ attenzione su un problema, ho permesso riflessioni, ho dato coraggio, speranza o una semplice informazione anche ad una sola donna ho raggiunto il mio obiettivo. Far parte della commissione delle elette e’ una scelta personale, c’e’ chi ha fatto una scelta diversa, ognuno ha le proprie idee e sensibilità ma io vorrei poter continuare a lavorare per questa commissione senza perdere tempo .

La crisi che stiamo vivendo non perde tempo, colpisce le persone fragili e le donne che per problemi culturali, familiari, economici e sociali non hanno gli strumenti per difendersi vengono colpite per prime.
per me e le altre componenti della commissione delle elette, l’ otto marzo e’ tutto l’ anno.

Laura Rapacioli – consigliere comunale Piacenza
componente della commissione delle elette

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.