Quantcast

Expo 2015, Dosi: “Metà dei 25 nuovi treni fermino a Piacenza” foto

La richiesta è stata formalizzata da istituzioni locali di Parma e Piacenza, e da Confindustria delle due province nel corso di una conferenza stampa a Parma, a Palazzo Soragna, nella sede dell’Unione Parmense Industriali

Più informazioni su

Parma e Piacenza unite per chiedere le fermate nelle due città dei treni speciali ad alta velocità in occasione di Expo 2015. La richiesta è stata formalizzata oggi nel corso di una conferenza stampa  a Parma nella sede dell’Unione Parmense Industriali. 

Presenti al tavolo le Province, i Comuni capoluogo e le Associazioni industriali delle due città emiliane. Il sindaco di Piacenza ha chiesto che almeno la metà dei 25 nuovi convogli istituiti da Trenitalia possano fermarsi anche a Piacenza e a Parma, oltre che a Bologna e Reggio Emilia. “La partita è troppo importante e utilizzeremo – ha detto – tutti gli strumenti utili per ottenere un risultato”.

“Delle 25 nuove tracce di Frecce che sono state messe a disposizione per Expo 2015 – ha affermato Paolo Dosi – vorremmo che almeno la metà di queste abbiano la possibilità di fermare a Piacenza e a Parma,  per valorizzare un collegamento che è stato trascurato nella programmazione complessiva per Expo.

La fascia sud di Milano non è stata valorizzata nè in termini di investimenti viabilistici nè in termini di collegamenti ferroviari. Vorremmo cogliere questa occasione perchè i territori di Piacenza e Parma hanno proposte importanti per Expo su un tema strettamente legato alle eccellenze enogastronomiche. Questo collegamento può servire allo stesso Expo in una logica di reciproca utilità che deve essere valorizzata”.

“Chiediamo che le soste dei treni, confidiamo la metà di quelli istituiti,- ha ribadito il primo cittadino di Piacenza – possano fermare nelle nostre città. Non è una richiesta egoistica ma di reciproca utilità per valorizzare gli investimenti che Parma e Piacenza hanno fatto. Un servizio che valorizza anche la buona riuscita complessiva della manifestazione. Utilizzeremo tutti gli strumenti utili per ottenere un risultato perchè la partita è troppo importante”. 

“Expo – ha spiegato Emilio Bolzoni, Presidente di Confindustria Piacenza – porterà a Milano 21 milioni di persone e per il nostro territorio è un’opportunità eccezionale; per questo ci siamo impegnati al massimo per approfittare di questo evento straordinario dopo sei anni di brutte notizie”. “Immaginiamo che una parte rilevante di visitatori potrà visitare Parma e Piacenza: sappiamo di 200 treni e 10mila posti a sedere in più messi messi a disposizione per Expo, ma nessuno di questi ferma a Piacenza e Parma: qualcuno ha fatto un errore e oggi noi chiediamo di correggerlo”.

Alla conferenza sono presenti i rappresentanti delle istituzioni delle due province.

Trenitalia nei giorni scorsi aveva annunciato per l’Expo 236 treni al giorno da tutta Italia a Milano
Più ’Frecce’ e più collegamenti ferroviari nazionali e internazionali di Trenitalia serviranno Milano durante i sei mesi di Expo 2015. Il piano delle Ferrovie dello Stato prevede 236 corse al giorno da tutta Italia, di cui 148 Frecce, per 130 mila posti al giorno da e per Milano, con 67 nuove fermate a Rho-Fiera.

A presentare tutte le novità in vista di Expo è stato l’ad di Fs, Michele Elia, che ha sottolineato l’obiettivo di assicurare a Expo Milano 2015 “un’offerta ferroviaria capillare, efficace conveniente e completa”.  A Rho-Fiera Milano, la stazione dedicata all’evento, fermeranno ogni giorno 19 Frecciarossa, 18 Frecciabianca, quattro collegamenti da e per il Sud e 26 treni da e per Svizzera e Francia. Potenziata anche l’offerta di treni regionali e suburbani.

Dallo scorso dicembre, su tutta la rete commerciale nazionale e internazionale di Trenitalia, è possibile acquistare i biglietti d’ingresso all’Expo 2015, e da gennaio la rete include anche le 7mila agenzie di viaggio convenzionate. Trenitalia ha preparato anche un pacchetto di offerte commerciali per incentivare l’uso delle Frecce, con proposte ad hoc per studenti, tour operator e visitatori stranieri che vorranno cogliere l’opportunità di Expo 2015 per proseguire il proprio viaggio alla scoperta dell’Italia.

L’inaugurazione dell’Expo, il prossimo primo maggio, segnerà anche il debutto del nuovo trenoad Alta Velocità di Trenitalia, il Frecciarossa 1000 che viaggerà da Roma a Milano. L’impegno del Gruppo per Expo riguarda anche le infrastrutture ferroviarie e le stazioni. Il progetto ha preso il via proprio in Lombardia, coinvolgendo già 18 stazioni per un investimento complessivo di oltre 55 milioni di euro, con l’obiettivo di migliorarne il decoro e l’accessibilità, e rendere più efficace l’informazione al pubblico, sia sonora sia visiva.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.