Quantcast

Expo 2015, Dosi: “Qualcuno si augura che Piacenza faccia brutta figura”

Il sindaco di Piacenza Paolo Dosi interviene sul suo profilo Facebook sul dibatitto che sta accompagnando l’avvicinamento a Expo 2015. E lo fa con parole nette contro i "gufi"

Più informazioni su

Il sindaco di Piacenza Paolo Dosi interviene sul suo profilo Facebook sul dibatitto che sta accompagnando l’avvicinamento a Expo 2015. E lo fa con parole nette contro i “gufi” che stanno sperando che le cose vadano male, per poi “attaccare le istituzioni e il Comune”. 

Il primo cittadino porta ad esempio l’Adunata degli Alpini dl 2013: “Poi sono arrivati gli Alpini. Quelli veri e non quelli immaginati. La differenza, rispetto all’Adunata, è che in quella occasione avevamo termini di paragone”. 

Dosi conclude così: “Questa è un’occasione unica, che non ha precedenti per noi, e che mai più rivedremo. Io sarei più prudente prima di sparare sentenze. E, per quel che mi riguarda, il primo bilancio lo farò a partire dal prossimo 1 novembre, quando tutto sarà finito”.

Ecco il testo del post:

È proprio vero che siamo un popolo di commissari della nazionale. In questi giorni, con due mesi di anticipo sull’inizio, qualcuno ha già sentenziato che la partecipazione piacentina ad Expo 2015 è un fallimento. Occorreva ben altro, abbiamo avuto un approccio dilettantistico, assomigliamo ad una fiera di campagna…. Più che previsioni, mi sembrano auspici. Qualcuno si augura che Piacenza faccia una pessima figura per avere un pretesto in più per attaccare le istituzioni, Comune in testa. E purtroppo la memoria non viene in aiuto, essendo sempre poco coltivata.

Sembra di risentire le previsioni (auspici?) di fallimento dell’adunata nazionale degli alpini del 2013: non abbiamo la capacità di gestire una manifestazione di quella portata, saremo invasi da barbari ubriaconi, la sporcizia e il disordine si impadroniranno della città…. Poi sono arrivati gli Alpini. Quelli veri e non quelli immaginati. La differenza, rispetto all’Adunata, è che in quella occasione avevamo termini di paragone, precedenti. Questa è un’occasione unica, che non ha precedenti per noi, e che mai più rivedremo. Io sarei più prudente prima di sparare sentenze. E, per quel che mi riguarda, il primo bilancio lo farò a partire dal prossimo 1 novembre, quando tutto sarà finito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.