San Damiano, militari via dal 2016. Ma nessuna dismissione

A renderlo noto i rappresentanti dell’Aeronautica Militare intervenuti questa mattina ad una riunione in Prefettura a Piacenza. Continuerà a permanere, per un periodo medio-lungo, il restante personale al fine di assicurare il mantenimento dell’Aeroporto

Più informazioni su

Lo spostamento del personale operativo dell’Aeroporto Militare di San Damiano nel comune di San Giorgio (Piacenza) è previsto per l’estate 2016. A renderlo noto i rappresentanti dell’Aeronautica Militare intervenuti questa mattina ad una riunione in Prefettura a Piacenza finalizzata all’esame della situazione collegata alla chiusura dello scalo, sede del 50° Stormo dell’Aeronautica Militare Italiana. Continuerà, invece, a permanere, per un periodo medio-lungo, il restante personale al fine di assicurare il mantenimento dell’Aeroporto.

All’incontro, presieduto dal Prefetto Anna Palombi, sono intervenuti il parlamentare piacentino Marco Bergonzi, il delegato del Presidente della Regione, Francesco Saverio Di Ciommo, i consiglieri regionali Tommaso Foti, Matteo Rancan e Gianluigi Molinari, il Presidente della Provincia Francesco Rolleri ed i sindaci dei comuni di San Giorgio Piacentino Giancarlo Tagliaferri, di Carpaneto Piacentino Gianni Zanrei, di Podenzano Alessandro Piva, di Ponte dell’Olio Sergio Copelli nonché, per l’Aeronautica Militare, il Gen. S.A. Maurizio Lodovisi, il Gen. D.A. Nicola Lanza De Cristoforis, il Col. David Morpurgo ed il Col. Giorgio Foltran comandante dell’Aeroporto di San Damiano.

I rappresentanti dell’Aeronautica Militare hanno anche affermato che il patrimonio alloggiativo di San Giorgio e San Polo verrà mantenuto e non vi è, quindi, alcuna intenzione di dismettere gli alloggi stessi. E’ stata prefigurata la possibilità dell’uso dell’Aeroporto per altri impieghi che potranno essere successivamente verificati.


Il destino di San Damiano è entrato anche nel dibattito in consiglio comunale di Piacenza.
Tommaso Foti (Fd’I) ha riferito: “Stamattina in prefettura si è tenuto un incontro su San Damiano, ci è stato comunicato che nell’ambito di 10 anni l’operatività sarà annullata. Nonostante posa servire in termini di protezione civile, l’assessore regionale Paola Gazzolo non ha ritenuto di intervenire. In merito al suo futuro, lasciamo perdere l’ipotesi del trasporto passeggeri, visto come sta andando l’aeroporto di Parma e che quello di Rimini e’ stato chiuso. La proposta è che l’aeroporto di San Damiano possa essere utilizzato per il traffico dei cargo e delle merci al servizio anche del polo logistico di Piacenza, sperando che possa essere ultimata la tangenziale che la Le Mose porta a S. Damiano”. Daniel Negri (Pd) ha affermato: “Accolgo le analisi del consigliere Foti in merito, in un momento come questo che il Comune di Piacenza possa elaborare un progetto per utilizzare l’aeroporto a fini commerciali, vista la posizione logistica della infrastruttura”.


SAN DAMIANO E AREA VASTA, RANCAN (LN): SORPRENDE ASSENZA GAZZOLO, È ASSESSORE AL SILENZIO –
“Il nuovo corso in Regione dell’assessore Paola Gazzolo si distingue per assenze e silenzi”. Così il consigliere regionale leghista Matteo Rancan, “indignato” per il “forfait del neoassessore (e consigliere regionale) Pd sia al consiglio comunale (aperto) di Piacenza sull’area vasta dell’altro giorno, sia al tavolo, odierno, in prefettura, sul futuro dell’aeroporto di San Damiano.

“Partiamo male”, dice Rancan. L’assessore Gazzolo è anche consigliere eletta coi voti dei piacentini, ma “ha assunto le peggiori abitudini del Pd: farsi vedere – e promettere – solo in campagna elettorale”. “Se intende fare solo l’assessore si dimetta da consigliere, ma se intende mantenere l’incarico elettivo non può snobbare in questo modo il territorio”. “Parliamo – dice Rancan – di temi di rilevanza fondamentale per il futuro del territorio. Il disinteresse che l’assessore e consigliere Gazzolo sta mostrando è sconcertante. Con l’area vasta rischiamo di perdere, per l’ennesima volta, autonomia e potere decisionale, mentre la partita di San Damiano rischia di avere effetti devastanti per l’intero indotto territoriale. Un assessore e consigliere che si nega su temi di questa portata sta tradendo i suoi elettori, e tutti i piacentini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.