Stati generali delle donne in Emilia, a Bologna presentata l’esperienza piacentina

"Un cammino importante e proficuo - spiega l'assessora Piroli - nel quale abbiamo creduto fortemente e che meritava di essere conosciuto e valorizzato in un contesto più ampio, come quello regionale stamani”

Più informazioni su

L’assessora alle Pari Opportunità Giulia Piroli ha presentato questa mattina a Bologna, in occasione degli Stati generali delle donne in Emilia Romagna, l’omologa esperienza già realizzata a Piacenza nel 2014, grazie alla collaborazione tra Amministrazione comunale, Provincia e la consigliera di Parità Rosarita Mannina, tra il pubblico in sala stamani nella sede della Regione.

“In un’epoca contraddistinta dalla fugacità delle informazioni – sottolinea l’assessora Piroli – ci siamo rese conto che è più che mai necessario, per le giovani generazioni, interiorizzare concetti quali le pari opportunità e le riflessioni legate al genere. Per questo, a partire dai documentari sul tema Donne e Leadership, Donne e Salute proiettati durante l’ultima edizione di Pulcheria, come sintesi dell’indagine condotta a Piacenza, abbiamo proposto di ripetere il format nelle altre province”.

“Il progetto degli Stati Generali portato avanti sul nostro territorio – commenta Giulia Piroli – ci ha permesso di fotografare la realtà al femminile in vari ambiti, con particolare attenzione alla politica, al lavoro, alle tematiche sanitarie. E’ stato un percorso assembleare di condivisione, che ha coinvolto le amministratrici locali, gli organismi di categoria, le associazioni, i sindacati e l’azienda Usl: un cammino importante e proficuo, nel quale abbiamo creduto fortemente e che meritava di essere conosciuto e valorizzato in un contesto più ampio, come quello regionale stamani”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.