Treni, Putzu (Fi) “Fermate a Piacenza richieste troppo tardi”. Dosi “Non è vero”

Botta e risposta sulla vicenda treni diretti a Expo 2015 tra il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e Filiberto Putzu, consigliere comunale di Forza Italia. 

Botta e risposta sulla vicenda treni diretti a Expo 2015 tra il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e Filiberto Putzu, consigliere comunale di Forza Italia. 

Putzu afferma in una nota che “dalla stampa si apprende che l’amministratore delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano, interpellato da parlamentari parmensi sulla possibilitá di far fermare i treni Frecciarossa dell’Expo Milano 2015 a Parma e Piacenza, avrebbe dichiarato che questo non sarebbe possibile, perché i servizi sono stati pianificati lo scorso anno ” in assenza di sollecitazioni provenienti da questo territorio”.

Ma come ? Non conosco la realtá parmense ma a Piacenza si parla di “Piacenza-Milano in mezz’ora” almeno dal luglio 2011…. e cioé da 3 anni e 7 mesi ! E ora si scopre che “il territorio” , e cioé chi ha amministrato  e/o dichiarato di farsi carico del problema, non ha nemmeno pensato di chiedere, per tempo, fermate dei treni frecciarossa e dell’alta velocitá.

Se questo non fosse vero, almeno il sindaco Paolo Dosi  solitamente cosí attento, capace e tempestivo nella sua azione amministrativa, dovrebbe smentire le affermazioni dell’Ad di Trenitalia. Se invece la notizia fosse vera, chi non ha fatto quel che dichiarava di voler fare dovrebbe chiedere almeno scusa ai piacentini, per la manifesta incapacitá dimostrata.

Povera Piacenza….

La replica del sindaco

“Non ho alcuna difficoltà a smentire le presunte affermazioni dell’Amministratore Delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano, così come sostenuto nella nota del consigliere Putzu. E’ possibile sapere in quale circostanza Trenitalia avrebbe comunicato la propria intenzione di destinare temporaneamente 25 Frecce al servizio di collegamento ferroviario Bologna – Milano? Il territorio piacentino ha da subito interloquito con i soggetti direttamente coinvolti nella gestione della tratta Piacenza – Milano, ovvero: Regione Emilia Romagna, Regione Lombardia, Tper e Trenord, i quali a loro volta, com’è nella logica delle cose, si sono rivolti direttamente a Trenitalia, proprietaria della tratta. Trenitalia, a sua volta, ha deciso, in piena autonomia e senza consultare i territori, di destinare temporaneamente le Frecce di cui sopra. Questo è quanto, in attesa di essere smentito”.

Paolo Dosi
Sindaco di Piacenza

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.