Copra volley sul velluto a Milano, risultato di 0-3 foto

Biancorossi esclusi dalla corsa Scudetto come non succedeva dal 2010/11

Più informazioni su

PIACENZA SUL VELLUTO CON MILANO 

REVIVRE MILANO – COPRA PIACENZA 0-3 (13-25, 28-30, 17-25) 
REVIVRE MILANO: Bencz 5, Bermudez 3, Cerbo, Patriarca 8, Rizzo (L), Mattera 1, De Togni, Dos Santos 10, Veres 10, Preti, Valsecchi 5. Non entrati Kauliakamoa Jr. All. Maranesi.
COPRA PIACENZA: Marra (L), Poey 18, Papi, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 10, Zlatanov 14, Ostapenko, Tencati 3, Kohut 11, Rodrigues Tavares 2. Non entrati Alletti, Ter Horst, Meoni. All. Camperi. ARBITRI: Braico, Vagni. NOTE – Spettatori 1139, incasso 1879, durata set: 22′, 32′, 23′; tot: 77′.
 
REVIVRE MILANO
Battuta
Ace 2
Errori 12
 
Ricezione
Positiva 63%
Perfetta 44%
 
Attacco 43%
 
Muri 2
 
COPRA PIACENZA 
Battuta
Ace 5
Errori 14
 
Ricezione
Positiva 56%
Perfetta 38%
 
Attacco 55%
 
Muri 11
 
Milano – La vittoria dell’orgoglio. Dopo esser stata battuto in casa da Padova ed estromesso definitivamente dalla lotta Play Off, il Copra Piacenza si è fatto sentire al PalaDesio contro la Revivre Milano, sconfitta 3-0. Per gli emiliani, un successo netto nel primo e nel terzo set, chiusi rispettivamente 25-13 e 25-17, mentre nel secondo parziale la squadra di Camperi l’ha spuntata ai vantaggi (30-28), chiudendo al sesto distinto set ball. A trascinare il Copra, la coppia Poey (18 punti e mvp)-Zlatanov (14 punti), anche se sia Massari sia Kohut sono approdati in doppia cifra.

Per Piacenza, la vittoria di Desio fa passare il mal di trasferta che durava dal 7 dicembre scorso (3-2 a Latina), mentre la Revivre si congeda amaramente dal proprio pubblico, di fronte al quale non ha mai vinto nel girone di ritorno. Milano si può consolare con il mantenimento del penultimo posto, visto che la Cenerentola Altotevere non ha fatto punti nel derby umbro contro Perugia.
Milano deve fare i conti con i problemi fisici di Veres (virus), ugualmente in campo in diagonale con il brasiliano Dos Santos. A completare il sestetto, la diagonale palleggiatore-opposto formata da Mattera e Bencz, mentre al centro ci sono Patriarca e De Togni, con Rizzo libero. Piacenza risponde con Tavares in palleggio, Poey opposto, Massari e Zlatanov schiacciatori, Tencati e Kohut centrali e Mario Junior libero (che poi si alternerà con Marra, “titolare” della difesa). 

La partenza è più di marca ospite, con il Copra che approfitta di un paio di errori di costruzione dell’azione lombarda (3-5). La squadra di Camperi allunga ulteriormente con Poey e con l’errore di Dos Santos (4-8 e time out Maranesi). La Revivre tenta la reazione (7-9 con Patriarca dopo una bella difesa di Rizzo), ma alla sosta programmata è sotto di 3 lunghezze (9-12). Dopo il time out tecnico, Piacenza prende il largo (14-9). Sul 16-10, Maranesi inserisce Valsecchi per De Togni al centro, ma il bergamasco attacca out. Nuovo time out meneghino, la battuta di Piacenza però manda in difficoltà la ricezione della Revivre. Dentro anche Cerbo a rinforzare la seconda linea, ma gli emiliani non hanno problemi a chiudere 25-13 con l’ace di nastro di Massari. 

Nel secondo set, Milano riparte con Valsecchi in sestetto, poi sul 3-3 tocca a Bermudez al posto di Bencz (dolore alla spalla) nel ruolo di opposto. Il giovane colombiano, però, subisce due murate consecutive (7-8), mentre ci pensa Dos Santos a tener su la Revivre (ace del 9-8), che poi rifiata sul +1 (12-11). Sul 14-14, la Revivre prova a immettersi in corsia di sorpasso con il muro di Patriarca e la pestata di Zlatanov (16-14 e time out Camperi), ma Piacenza pareggia a quota 17 con lo stesso capitano biancorosso. Sul 20-19, Bermudez si riscatta mettendo giù il pallone del minibreak (21-19), salvo poi farsi murare da Massari per il 21-21. Time out Milano, poi si arriva in volata, dove Piacenza ha cinque distinti set ball, tutti annullati dalla Revivre, mentre il Copra va a segno al sesto tentativo: sul 28-28 decidono un attacco di Massari e l’ace di Kohut convalidato dal video check. Morale 30-28 e 2-0 Piacenza. 

Nonostante la beffa subita, Milano non demorde e lo fa capire nel terzo set, iniziato avanti 7-4, punteggio sul quale il tecnico del Copra Camperi chiama time out. Piacenza risponde immediatamente (7-7), poi rilancia con decisione, portandosi sull’11-8 con Zlatanov e Poey. Sosta chiesta dalla panchina meneghina, rientra (temporaneamente) Bencz al posto di Bermudez, ma il Copra viaggia deciso, preso per mano da capitan Zlatanov (attacchi ed ace del 18-12). Altro time out Revivre, poi Piacenza chiude 25-17 con Poey, votato mvp.
 
Marco Maranesi (allenatore Revivre Milano): “Nel primo set, pur con una ricezione migliore, abbiamo sofferto molto a mettere giù la palla, ma questa situazione si è verificata diverse volte in questa stagione. Il secondo parziale è stato molto equilibrato e nell’arrivo in volata non siamo stati molto fortunati, con palle decise per questione di centimetri. Nel terzo set eravamo partiti bene, poi ci siamo incastrati in una situazione neanche troppo trascendentale e Piacenza ha preso il largo”.
Davide Marra (Copra Piacenza): “Volevamo chiudere bene il nostro campionato e in questo penultimo impegno abbiamo giocato una buona partita in tutti i fondamentali. Siamo stati bravi a tenere alta la qualità del nostro gioco: la battuta ha funzionato molto bene e il muro-difesa ha fatto la differenza”.
 
Chiamate Video Check
1° SET:
9-12 (ace Poey) Video Check richiesto da: Milano per verifica in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (9-13)
2° SET:
16-14 (attacco Massari) Video Check richiesto da: Milano per verifica in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (16-15)
2° SET:
24-24 (battuta Vinicius) Video Check richiesto da: Milano per verifica in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (24-25)
2° SET:
28-29 (battuta Kohut) Video Check richiesto da: Piacenza per verifica in/out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Piacenza (28-30)
 
 
Risultati 12a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai
Cucine Lube Banca Marche Treia-Exprivia Neldiritto Molfetta 3-0 (25-16, 25-21, 25-16); Sir Safety Perugia-Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 3-0 (25-14, 25-21, 25-19); Tonazzo Padova-Top Volley Latina 0-3 (24-26, 19-25, 20-25); Revivre Milano-Copra Piacenza 0-3 (13-25, 28-30, 17-25); Calzedonia Verona-Parmareggio Modena 0-3 (23-25, 21-25, 17-25)
 
Energy T.I. Diatec Trentino-Vero Volley Monza – Non ancora disputata 01/04/2015 ore 20:30 Dir. Lega Volley Channel
 
Turno di riposo: CMC Ravenna
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.