Quantcast

Iren, ok al bilancio 2014. Ricavi in calo, dividendo invariato

"Nel 2014 il Gruppo Iren ha mantenuto risultati gestionali sostanzialmente stabili pur in presenza di uno scenario macroeconomico e climatico fortemente negativo nel corso dell’anno" - ha dichiarato il Presidente Francesco Profumo

Più informazioni su

Il Consiglio di Amministrazione di IREN S.p.A. ha approvato in data odierna i risultati consolidati al 31 dicembre 2014. “Nel 2014 il Gruppo Iren ha mantenuto risultati gestionali sostanzialmente stabili pur in presenza di uno scenario macroeconomico e climatico fortemente negativo nel corso dell’anno” – ha dichiarato il Presidente Francesco Profumo a nome del Consiglio di Amministrazione.

Con le opportunità offerte dalla Legge di Stabilità e l’implementazione del piano di turnover generazionale che consentirà l’ingresso in azienda di giovani risorse – si legge in una nota – Iren svilupperà ulteriormente il proprio ruolo di player di riferimento nel contesto socioeconomico”.

“Le operazioni industriali e finanziarie chiuse durante l’anno – ha sottolineato Massimiliano Bianco, nuovo Amministratore Delegato del Gruppo – hanno consentito all’azienda di consolidare la propria presenza all’interno dei territori di riferimento e di rafforzare la propria struttura finanziaria affacciandosi sul mercato obbligazionario. Tali elementi, insieme alla gia` avviata revisione organizzativa focalizzata sull’efficienza e l’integrazione, ci permettono di guardare alle sfide dei prossimi anni con fiducia e ottimismo”.

I Ricavi consolidati del 2014 si attestano a 2.901,8 milioni di euro, in riduzione (-14,0%) rispetto a 3.372,7 milioni di euro dell’anno precedente, confermando il trend che ha caratterizzato i primi nove mesi dell’anno e in generale il settore energetico. Ciò è dovuto sia a una riduzione dei volumi di gas e calore venduti (per effetto dell’eccezionale andamento climatico invernale e autunnale) sia alla riduzione dei prezzi delle commodity energetiche. Il Margine Operativo Lordo (Ebitda) è pari a 622,7 milioni di euro e risulta influenzato negativamente per circa 15 milioni di euro dall’effetto straordinario del saldo tra la plusvalenza legata al fondo immobiliare costituito nel 2012 e il costo per il piano di incentivi all’esodo. Il MOL rettificato di tale cifra si attesta a 637,9 rispetto ai 652,3 dell’esercizio 2013. Tale flessione, legata essenzialmente a dinamiche gestionali congiunturali negative della filiera energetica (fattori climatici, regolatori e di mercato), è stata parzialmente controbilanciata da un recupero di marginalità registrato principalmente nel ciclo idrico integrato e nel settore ambiente.

Ciò evidenzia il buon bilanciamento tra attività non regolate e regolate gestite dal Gruppo, con una leggera predominanza delle seconde (55%) rispetto alle prime in termini di generazione di EBITDA. Da sottolineare, in ogni caso, la conferma della crescita già presente nei primi nove mesi dell’anno di un importante indicatore come quello dell’Ebitda margin, che passa da 19,3% del 31 dicembre 2013 al 21,5% attuale, grazie anche alle importanti sinergie raggiunte.

Il Risultato Operativo (Ebit) si attesta a 325,4 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto a 331,0 milioni di euro registrati l’anno precedente. Tale risultato incorpora una minore incidenza degli accantonamenti e il rilascio di alcuni fondi che permettono di controbilanciare l’incremento degli ammortamenti, in particolare connessi ai nuovi impianti ex-Edipower entrati nel perimetro del Gruppo a fine 2013.

L’Utile Netto è pari a 68,9 milioni di euro ma, depurato degli effetti negativi straordinari legati principalmente alla fiscalità differita a seguito della dichiarazione di incostituzionalità della cd. Robin Hood tax, si attesterebbe a 99,7 milioni di euro. Nel 2013 era di 88,6 milioni di euro. Oltre a riflettere i risultati operativi del periodo, l’utile netto sconta minori interessi capitalizzati e una contribuzione negativa delle società consolidate con il metodo del patrimonio netto.


In allegato la relazione completa


Bilancio 2014 Iren

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.