Pc Suona Jazz, al Tuxedo arrivano “The Thrust” e Lorenzo Poli foto

Il tour per i locali e i circoli di città e provincia che proseguirà fino al 3 aprile prossimo e che porta il nome di Piacenza Suona Jazz approda mercoledì 4 marzo al Tuxedo di via Colombo 101, dove alle ore 22 suoneranno i “The Thrust” con la partecipazione di Lorenzo Poli al basso elettrico. 

Più informazioni su

Il tour per i locali e i circoli di città e provincia che proseguirà fino al 3 aprile prossimo e che porta il nome di Piacenza Suona Jazz approda mercoledì 4 marzo al Tuxedo di via Colombo 101, dove alle ore 22 suoneranno i “The Thrust” con la partecipazione di Lorenzo Poli al basso elettrico.

Tutta questa effervescente programmazione musicale è merito dell’associazione culturale del Piacenza Jazz Club e dei gestori dei locali coinvolti, con il fondamentale sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano e il patrocinio del Comune di Piacenza e rientra all’interno delle iniziative della prossima edizione del Piacenza Jazz Fest. I “The Thrust” che di solito si esibiscono in trio con Pepe Ragonese alla tromba, Pancho Ragonese al pianoforte, wurlitzer e synth e Giovanni Giorgi alla batteria, suoneranno per l’occasione in versione elettrica con il grandissimo amico e rinomato talento del basso elettrico Lorenzo Poli, con il quale proporranno un mix di brani originali tratti dal loro secondo lavoro in studio “Little Wonder”, oltre ad altri brani degli anni ’60 e ’70 del repertorio Jazz/Funk.

“The Thrust” come nucleo creativo e umano gode della stima e della partecipazione, sia live che su disco, di ottimi musicisti e nomi di spicco nel panorama Jazz nazionale ed internazionale come Linley Marthe (Zawinul Syndicate), Stefano Di Battista, Emanuele Cisi, Dario Deidda, Marco Vaggi, Sergio Cocchi e Gigi Cifarelli. E’ quindi in nome della continua evoluzione che i fratelli Ragonese e Giovanni Giorgi portano avanti ormai da più di dieci anni questa band. Che si tratti di evoluzione dal punto di vista della ricerca sonora e nella produzione, che si tratti di un accrescimento nella profondità compositiva, andare avanti ed esplorare è la parola d’ordine, all’insegna del dare a chi ascolta, sia live che su disco, la freschezza delle proprie emozioni, frutto di una vita in cui nulla sia dato per scontato.

L’unità di intenti e il legame interpersonale che esistono fra il nucleo del trio ed i musicisti che di volta in volta si alternano nelle varie vesti dei “The Thrust”, creano la vera magia che rende la loro musica incredibilmente viva e ritmicamente davvero coinvolgente. “Piacenza Suona Jazz” dà appuntamento giovedì 5 marzo al Cantiere Simone Weil dove alle 21.30 il batterista Cristiano Calcagnile proporrà il suo progetto dal titolo “St()ma”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.