Pc Suona Jazz, i Gipsy Soul Trio alla Muntà

Nuovo approdo per la rassegna che porta per tutto il mese di marzo, con una coda il 3 aprile, grande musica Jazz tra i locali e i circoli di città e provincia. Sono ben dieci, infatti, i locali coinvolti dal Piacenza Jazz Club per questa edizione di Piacenza Suona Jazz e altrettanti i gestori di questi locali che hanno creduto nell’iniziativa. 

Più informazioni su

Nuovo approdo per la rassegna che porta per tutto il mese di marzo, con una coda il 3 aprile, grande musica Jazz tra i locali e i circoli di città e provincia. Sono ben dieci, infatti, i locali coinvolti dal Piacenza Jazz Club per questa edizione di Piacenza Suona Jazz e altrettanti i gestori di questi locali che hanno creduto nell’iniziativa.

La Muntà, storico locale situato nel cuore della città vecchia, a metà della storica scalinata da cui deriva il suo nome, conferma la sua partecipazione al progetto e, per il primo suo appuntamento, ospita una formazione molto nota, i “Gipsy Soul Trio” che suoneranno martedì 10 marzo alle ore 22. Il trio è formato da Luciano Poli alla chitarra, Hillary Katch alla chitarra e percussioni e Mauro Dopo “My Gipsy Soul” del 2008 e “More Gigs” del 2011, l’ormai collaudato e richiestissimo trio manouche si ripropone con un nuovo lavoro. Emblematico il titolo che hanno scelto per presentare i pezzi, tutti inediti, del loro ultimo album: “Play as you are”.

Ciascun musicista si esprime seguendo la propria soggettività creativa che, per comunanza di intenti e di sentire, si fonde perfettamente con le finalità del gruppo. Le sonorità risultano, come è loro caratteristica, pulite e curate, risaltano nella loro individualità ed evidenziano l’accurata ricerca acustica e stilistica sugli strumenti. Il fluente virtuosismo di Poli, le costanti e implacabili basi ritmiche del contrabbasso di Sereno e della chitarra di Katch, che tra l’altro arricchisce i brani con un originalissimo uso delle percussioni, sono quindi inscindibili nel ricreare atmosfere che, attingendo alla sonorità manouche, sfociano spontaneamente anche in altri generi musicali.

Il risultato è rappresentato da brani raffinati di assoluta godibilità ed eleganza, che per un verso riportano a fumose ambientazioni parigine di inizio ‘900 e per l’altro risultano pienamente attuali. La rassegna è possibile grazie al fondamentale sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano e il patrocinio del Comune di Piacenza e rientra all’interno delle iniziative della prossima edizione del Piacenza Jazz Fest. Il prossimo concerto di “Piacenza Suona Jazz” è programmato giovedì 12 marzo al Melville alle ore 22 con il concerto del trio “Woody’n’Us” e la voce recitante di Andrea Groppi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.