Quantcast

Consenso sindaci, Dosi recupera un punto dall’anno scorso (53,5 per cento)

Il gradimento di Paolo Dosi ha raggiunto quota 53,5 %, esattamente un punto in più rispetto al 52,5 % di oltre un anno fa. Dunque il primo cittadino recupera terreno, pur restando ancora elevato il divario con la percentuale di voti con la quale venne eletto nel 2012

Più informazioni su

E’ tempo di sondaggi per misurare il consenso dei sindaci italiani. Le esegue periodicamente Il Sole 24 ore-Ipr Marketing, Governance Poll 2013.

E il dato del 2015, pubblicato oggi sul giornale economico, vede il sindaco di Piacenza recuperare un punto sull’ultima rilevazione del gennaio 2014.

Il gradimento di Paolo Dosi ha raggiunto quota 53,5 %, esattamente un punto in più rispetto al 52,5 % di oltre un anno fa. Dunque il primo cittadino recupera terreno, pur restando ancora elevato il divario con la percentuale di voti con la quale venne eletto nel 2012, il 57,77 %: la distanza è di 4,3 punti percentuali.

VAI ALLA CLASSIFICA DE “IL SOLE 24 ORE”

Secondo l”inchiesta Paolo Dosi è 52esimo nella graduatoria dei sindaci italiani, che nel complesso raccolgono più consensi dell’anno passato. Quest’anno, il 53,4% dei potenziali elettori dicono che in caso di elezioni voterebbero il sindaco in carica, mentre dodici mesi fa la stessa risposta era stata data dal 52,3% degli intervistati. I primi cittadini ottengono in media una sufficienza piena, ma soprattutto interrompono una serie negativa che ormai da anni erodeva progressivamente l’apprezzamento dimostrato dai loro amministrati.

A svettare nel gradimento 2015 dei sindaci è Dario Nardella, che a Firenze sostituisce Matteo Renzi grazie al 59,2% di voti ottenuti al primo turno e ora sale a un rotondo 65%. Appena più sotto Antonio Decaro, primo cittadino di Bari, anche lui erede di una personalità non facile da sostituire, quel Michele Emiliano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.