Quantcast

Crisi commercio a Piacenza, Prc: “In un anno persi 420 posti”

Fra le ultime crisi aziendali del settore in ordine temporale quelle che riguardano il Mercatone Uno di Fiorenzuola e l'esercizio commerciale Carrefour di Piacenza, "con un'altra cinquantina di persone (ripettivamente 30 e 22) che rischiano di restare in mezzo ad una strada"

Più informazioni su

“Proseguono le difficoltà che colpiscono il settore del commercio nel piacentino che nel 2014 ha registrato un saldo negativo di meno 420 occupati rispetto il 2013”. E’ l’allarme lanciato dalla segreteria provinciale di Rifondazione Comunista con Roberto Montanari.

“Secondo le recentissime analisi dell’Osservatorio sul mercato del lavoro provinciale – spiega – le cause vanno ricercate nell’impoverimento delle famiglie e nella disoccupazione crescente che producono una sensibile riduzione dei consumi con un meccanismo a spirale che sta generando una preoccupante emergenza umanitaria”.

Fra le ultime crisi aziendali del settore in ordine temporale quelle che riguardano il Mercatone Uno di Fiorenzuola e l’esercizio commerciale Carrefour di Piacenza, “con un’altra cinquantina di persone (ripettivamente 30 e 22) che rischiano di restare in mezzo ad una strada”. “Rifondazione Comunista – afferma – è a fianco di questi lavoratori perché vengano sicuramente garantite ricollocazioni a condizioni dignitose o ammortizzatori sociali se non la situazione non dovesse risolversi positivamente”.

“A fronte di questa situazione – conclude – anche gli enti locali devono muoversi in solidarietà con questi lavoratori operando perché proseguano le attività lavorative, favorendo anche forme di autogestione e bloccando l’insediamento di ulteriori centri di grande distribuzione stante l’attuale situazione di mercato”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.