Quantcast

Galà della danza moderna, al Teatro Verdi va in scena InSincronia

Appuntamento domenica 19 aprile a Fiorenzuola 

Domenica 19 aprile, con inizio alle 16, il teatro Verdi di Fiorenzuola (Piacenza) ospiterà la seconda edizione di “InSincronia”.

Un vero e proprio galà di danza moderna, il momento finale della rassegna promossa da Piacenza Kultur Dom, al Teatro Trieste 34, con la direzione artistica di Claudia Passaro della Compagnia Incongruo Rapportarsi e Ottavia Marenghi della scuola di danza Petit Pas.

L’evento è stato presentato dall’assessore alla Cultura del Comune di Fiorenzuola Augusto Bottioni, da Filippo Arcelloni, in rappresentanza del Piacenza Kultur Dom, e da Ottavia Marenghi.

“Per il nostro teatro Verdi – ha sottolineato l’assessore Bottioni – è un onore poter ospitare una rassegna come “InSincronia”. E ci candidiamo fin d’ora anche per la prossima edizione”.   
Al Galà hanno aderito le seguenti scuole di danza locali: All Dance School, Alive Dance Studio, Arte Danza di Sabrina Ronchetti, CAD Centro Accademia per la Danza,  New Happy Dance, Tersicore, Silvia Briguglio, Anteprima Danza, Besurica Dance,  B-Side Break Dance Piacenza, Choros il Balletto di Piacenza, Danzainscena, Progetto Danza Piacenza.

Ospiti del pomeriggio saranno il gruppo Incongruo Rapportarsi di Piacenza che rappresenterà due pezzi della propria produzione coreografica “Core” e”Inc Esperimental” e E.Sperimenti Dance Company di Roma con la performance “Convergenze”.

“L’idea di chiudere la seconda edizione di InSincronia con un galà di danza – ha spiegato Filippo Arcelloni – nasce dalla voglia di far conoscere alle scuole di danza locali il progetto dedicato alla danza contemporanea che, ormai da due anni, promuoviamo con InSincronia, nato dall’idea di avvicinare un pubblico sempre più ampio al mondo della danza contemporanea d’autore   con lo sguardo rivolto alle giovani realtà nazionali”.

“Un altro obiettivo del galà – ha evidenziato Ottavia Marenghio – è quello di coinvolgere e far incontrare le scuole di danza locali, creando un evento dove la danza in tutte le sue declinazioni e stili sia la protagonista assoluta”.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.