Quantcast

Guardia di Finanza di Piacenza, nel 2014 scovati 31 evasori totali

Tra i contribuenti sottoposti ai controlli dei finanzieri si annoverano anche 12 liberi professionisti. Incrementata, nel periodo, l’attività di contrasto ai fenomeni elusivi nazionali ed all’evasione fiscale internazionale

Più informazioni su

GUARDIA DI FINANZA DI PIACENZA BILANCIO OPERATIVO ANNUALE – ANNO 2014

Nel 2014 è proseguita l’attività delle Fiamme Gialle piacentine rivolta principalmente: – alla lotta all’evasione ed all’elusione fiscale; – al contrasto agli sprechi e le frodi nel settore della spesa pubblica; – al contrasto alla criminalità economica finanziaria nonché ai traffici illeciti. Nel periodo “gennaio – dicembre 2014”, la Guardia di Finanza di Piacenza ha effettuato, tra verifiche e controlli, 207 attività ispettive.

Tra i contribuenti sottoposti ai controlli dei finanzieri si annoverano anche 12 liberi professionisti. Incrementata, nel periodo, l’attività di contrasto ai fenomeni elusivi nazionali ed all’evasione fiscale internazionale. Nel contrasto all’economia sommersa sono stati individuati complessivamente 31 evasori totali. Per evasori totali si intendono quei contribuenti sconosciuti al fisco che non presentano le prescritte dichiarazioni annuali dei redditi, mentre sono evasori paratotali quei contribuenti che presentano le dichiarazioni occultando al fisco più del 50% dei proventi derivanti dalla propria attività.

Nel corso degli ordinari controlli e durante specifici interventi a massa, sono stati scoperti complessivamente 210 lavoratori irregolari, dei quali 30 dipendenti cosiddetti “in nero” e 180 dipendenti “in grigio”. Le persone denunciate per i reati fiscali sono state 140 (di cui 4 arrestati) mentre 122 sono state le violazioni accertate per i più svariati delitti tributari, dalla “dichiarazione fraudolenta ed infedele” alla “omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’IVA”, all’”emissione di fatture per operazioni inesistenti” e per “occultamento o distruzione delle scritture contabili”.  

Nel 2014 sono stati sequestrati: – Beni immobili per un valore superiore a 1 milione e 340mila euro; – Beni mobili registrati (autoveicoli e motocicli) per oltre 300mila euro; – Altri beni (depositi bancari, titoli nazionali, valute e quote societarie) per circa 350mila euro. Le proposte di sequestro avanzate dai Reparti dipendenti nel medesimo periodo sono state complessivamente superiori ai 2milioni e 700mila euro. Nel settore dei controlli strumentali sono state effettuate 2.249 controlli sul corretto rilascio degli scontrini e delle ricevute fiscali. Nel 2014 si è ulteriormente rafforzato l’impegno dei militari al contrasto delle frodi e degli illeciti che provocano nocumento alla spesa pubblica nazionale e comunitaria.

Nell’anno appena trascorso sono state complessivamente constatate indebite percezioni connesse ai fondi strutturali dell’Unione Europea, in particolar modo nel settore della Politica Agricola Comune per oltre 863mila euro ed accertati frodi alla spesa sanitaria nazionale per oltre 1 milione e 215mila euro. 26 sono stati i controlli effettuati sui Ticket sanitari, tutti con esito irregolare. I danni erariali accertati nel 2014 sono stati per oltre 8milioni di euro. Nel 2014, in materia di “contrasto al fenomeno del riciclaggio”, sono stati effettuati 70 approfondimenti sulle cosiddette “segnalazioni per operazioni sospette” nonché 1 controllo sull’esatta applicazione della normativa antiriciclaggio.

Nel settore dei Mercati dei Capitali sono stati effettuati 22 interventi, concretizzatisi con la denuncia di 3 soggetti e l’accertamento di denaro riciclato per oltre 233.000 di euro. Gli interventi in materia di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, condotti anche con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga, hanno portato al sequestro di 518 gr di hashish e marijuana, 16 gr. di cocaina, 3 denunce a piede libero per detenzione e spaccio di droga e 118 violazioni amministrative.

39 sono stati gli interventi nel settore del gioco illegale di cui 7 terminati con la constatazione di violazioni amministrative. Per quanto riguarda la lotta alla contraffazione, si segnala la denuncia di 16 soggetti e il sequestro di 1.176 articoli, tra cui i consueti sequestri di borse, accessori e capi di abbigliamento (926).

La Guardia di Finanza ha continuato a fornire il proprio contributo per la sicurezza dei cittadini, anche con il controllo del territorio e la vigilanza di obiettivi sensibili, eseguito in concorso con la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri. Anche per il 2015 proseguirà l’impegno della Guardia di Finanza rivolto al contrasto di tutte le forme di evasione, dello spreco del denaro pubblico e di tutti gli illeciti economici finanziari, per la tutela dell’economia legale a favore delle imprese rispettose delle regole e dei cittadini onesti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.