Quantcast

Il Festival 50+1 torna a Pontenure, otto spettacoli in cartellone

L’edizione di quest’anno propone ogni venerdì e sabato alle 21, dall’8 al 30 maggio, quattro week-end di spettacoli di giovani compagnie provenienti da tutta Italia, che hanno ottenuto conferme e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale

Più informazioni su

Festival 50+1, la rassegna di teatro contemporaneo pontenurese a cura di associazione culturale Crisalidi, con il patrocinio del Comune di Pontenure, torna a maggio a Teatro Serra di Parco Raggio con la sua terza edizione e ben 8 spettacoli in cartellone.
 

Un Festival in crescita, dopo l’avvio a maggio 2014, reso possibile grazie a una campagna di crowdfunding di successo e il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano, la successiva edizione di settembre 2014 in collaborazione con Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo e la settimana a novembre 2014 dedicata alla nuova drammaturgia siciliana dell’autore Rosario Palazzolo. Un teatro che fino poco tempo fa faceva parte dei teatri dimenticati d’Italia, definito come il più piccolo dei 428 teatri chiusi del nostro Paese, si può ora considerare a tutti gli effetti un gioiello recuperato,  uno spazio culturale attivo e in continua crescita.

L’edizione di quest’anno propone ogni venerdì e sabato alle 21, dall’8 al 30 maggio, quattro week-end di spettacoli di giovani compagnie provenienti da tutta Italia, che hanno ottenuto conferme e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

Si parte venerdì 8 maggio con “CIVEDIAMOALDìPERDì Estratti di cibo e solitudine”, della compagnia genovese Il Gruppo di Teatro Campestre, di Elisabetta Granara, con Sara Allevi, Marzia Gallo ed Elisabetta Granara, vincitore del “Concorso Teatropianeta” di Siena e finalista al “Premio Scintille 2012”, che solo per 50+1 propone una nuova versione dello spettacolo in movimento tra palco e serra, per incontrare il pubblico ancora più da vicino, e si prosegue sabato 9 maggio con “IL RITRATTO DELLA SALUTE” di Mattia Fabris e Chiara Stoppa (Compagnia ATIR), attrice e autrice dello spettacolo vincitore della prima edizione “Concorso di giovane teatro contemporaneo Teatro in Circolo”, tratto dall’omonimo libro, che ha viaggiato e sta viaggiando senza sosta in tutta Italia: un monologo, una storia vera, la storia di Chiara, ospite a gennaio di Daria Bignardi alle Invasioni Barbariche.

Il secondo week-end ospiterà venerdì 15 maggio i pugliesi Elio Colasanto e Alessia Garofalo (Contromano Teatro) e il loro “NELLA GIOIA E NEL DOLORE”,  Premio Nazionale “Giovani Realtà del Teatro” 2014, in cui due tipici sposini pugliesi “vivono gli attimi del loro matrimonio, i riti, le usanze, le tradizioni, gli sfarzi, gli imprevisti, gli eccessi, gli scleri”,  seguito sabato 16 maggio da ”PADRONI DELLE NOSTRE VITE 4*4 La storia vera di Pino Masciari”, di Ture Magro ed Emilia Mangano (Sciara Progetti): in scena la storia dell’imprenditore che negli anni ’90 ha denunciato politici corrotti e ‘ndranghetisti, a cui di recente, il 27 marzo 2015, è stata revocata la scorta, vincitore del “Premio del Pubblico” al Roma Fringe Festival 2013, “Miglior Spettacolo” al Premio Inventaria 2013 Teatro dell’Orologio di Roma, finalista al Festival Teatro Officina Milano 2013, campione di incassi al Torino Fringe Festival 2014, selezionato al Festival Stazione d’Emergenza 2014 Galleria Toledo di Napoli.

Venerdì 22 maggio vedrà in scena “LORO – STORIA VERA DEL PIU’ FAMOSO RAPIMENTO ALIENO IN ITALIA”, di e con Maurizio Patella, menzione speciale “Franco Quadri” al premio Riccione 2013, ispirato a un reale caso di cronaca, il “caso Zanfretta”,  sullo sfondo l’Italia degli anni ’70, mentre sabato 23  in scena il piacentino “PIU’ DI IERI MENO DI DOMANI”, di e con Samantha Oldani, accompagnata sul palco dal violino di Gian Andrea Guerra.

Chiude il festival venerdì 29 maggio ROOMS.2.0 – Drammaturgia per attrice e coro web, di Lisa Moras, con Elisabetta Mossa (Associazione K/Sesto Spazio/About:blank), esperimento di reclusione di una trentenne nell’epoca 2.0, una ragazza colta e spiritosa che decide di fare un esperimento estremo da condividere sul web: chiudersi nel suo appartamento e isolarsi dalla vita sociale a tempo indeterminato, menzione speciale Premio Giovani Realtà del Teatro 2013, vincitore del Bando ‘La città infinita’ 2014, finalista al Bando ‘Direction Under 30’ 2014, seguito sabato 30 maggio da A PARTE ME di e con Vanessa Korn, una produzione Associazione Culturale Crisalidi, spettacolo nato “dal dialogo tra una donna e il suo corpo”, una “ riflessione tragicomica sulla natura del nostro corpo e la vita che ci troviamo a vivere”.

Anche per questa edizione gli spettatori con bimbi potranno affidarli alle Tagesmutter della cooperativa L’Arco, che allestiranno un’area bimbi all’interno della Biblioteca comunale di Villa Raggio, un servizio gratuito per permettere ai genitori di assistere agli spettacoli in tutta tranquillità. Si ripetono inoltre le visite guidate al complesso architettonico di Parco, Villa Raggio e Teatro Serra a cura dell’arch. Manuel Maserati (per prenotazioni: 346.6410850), in data 8 maggio dalle 16 alle 19 e il 15,16 e 17 maggio dalle 10 alle 18, queste ultime 3 date inserite nel programma di “Vivi il verde: alla scoperta dei giardini dell’Emilia Romagna”, iniziativa promossa dall’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna.

Per info e prenotazioni: a.c.crisalidi@gmail.com, 339.6634890 – 339.3429652, pagina Facebook “Festival 50+1”. Una volta prenotati, biglietti e/o abbonamenti potranno essere acquistati e ritirati entro la sera prima dello spettacolo, presso:

BookBank – via San Giovanni 4, Piacenza
lunedì e martedì 16-19.30

mercoledì venerdì e sabato 9.30-13 e 16-19.30
giovedì e domenica chiuso

Lo Fai – via Cavalletto 4, Piacenza

da lunedì a giovedì 10.30-16.30
venerdì e sabato 10.30-14.30 e 17.00-01.00
domenica chiuso
 
Bar Il Baracchino – via Dante Sivelli 1, Pontenure
da lunedì a sabato 05.30 – 20.00

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.