Libera Artigiani nella famiglia Confindustria “Migliori servizi per gli associati”

"Un rappresentante di Libera Artigiani entrerà nel consiglio e nella giunta di Confindustria e viceversa - dice il presidente dell'associazione degli industriali Emilio Bolzoni -, questo dimostra la nostra volontà di lavorare insieme"

Più informazioni su

Unire le forze per poter dare migliori servizi ai propri associati, questo lo scopo dell’ingresso in Assoartigiani di Libera Artigiani. L’associazione piacentina aderisce così anche a Confindustria Piacenza. Viene così sancito il compimento di un percorso iniziato un anno fa. “Un rappresentante di Libera Artigiani entrerà nel consiglio e nella giunta di Confindustria e viceversa – dice il presidente dell’associazione degli industriali Emilio Bolzoni -, questo dimostra la nostra volontà di lavorare insieme”. “Potremo offrire migliori servizi ai nostri associati, è una opportunità da non perdere” – aggiunge il presidente di Libera Artigiani Bruno Sivelli.

Cosa significa mettere insieme i servizi? Per poter far nascere una impresa è necessario adempiere a 40 obblighi, da soddisfare in 12 uffici diversi, ricorda il presidente Bolzoni: “Chiunque vorrà far nascere una nuova impresa potrà rivolgersi a noi e, in modo assolutamente gratuito, ci faremo carico di tutta la pratica. Altre facilitazioni riguardano i finanziamenti cui avere accesso, sinergie comuni per agevolare l’internazionalizzazione delle imprese”.

Le due associazioni manterranno comunque la propria autonomia. Assortigiani è un’emanazione di Confindustria, nata negli anni Novanta, e consolidatasi negli ultimi anni. Insieme Confindustria e Libera Artigiani rappresentano 2500 imprese per oltre 40 mila addetti. Alla ratifica dell’accordo erano presenti i direttori delle rispettive associazioni: Cesare Betti e Alberto Bottazzi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.