Quantcast

Medici cattolici a convegno sabato 11 aprile

“Figura e ruolo del medico nella storia e nell’attualità. Una sfida, tra conferme ed evoluzione”: questo il titolo di un convegno che l’associazione di Piacenza dei Medici cattolici italiani (Amci) 

Più informazioni su

Convegno sul medico nella società odierna

L’iniziativa riconosciuta per l’aggiornamento dei medici

“Figura e ruolo del medico nella storia e nell’attualità. Una sfida, tra conferme ed evoluzione”: questo il titolo di un convegno che l’associazione di Piacenza dei Medici cattolici italiani (Amci) organizza il prossimo 11 aprile all’auditorium della Fondazione e Piacenza e Vigevano in via Sant’Eufemia. I lavori iniziano alle 8,15 con la registrazione dei partecipanti; alle 8,30 il prof. Cosmacini, docente di storia della medicina, terrà una relazione su “Evoluzione della figura e del ruolo del medico nella storia della medicina”; alle 9,30 lo psichiatra dott. Antonio Saginario interverrà su “Motivazione e identità nella professione medica”; alle 10,15, il dott. Augusto Pagani, presidente dell’Ordine dei medici di Piacenza, su “La deontologia medica in una società in divenire”; alle ore 11, “L’etica della relazione medico-paziente” in un intervento del dott. Franco Balzaretti, vicepresidente nazionale dell’Amci. In seguito il dibattito e le operazioni organizzative: il convegno, infatti, è riconosciuto per l’aggiornamento dei medici.

Quali i motivi di questo convegno? Lo precisa la stessa associazione dei medici cattolici in un comunicato. “L’evoluzione continua della figura e del ruolo dei medici, attraverso la storia della medicina, richiede riflessione identitaria, anche in chiave prospettica. Il coinvolgimento della medicina in un crescente progresso tecnologico, una diversa fruibilità delle informazioni, la complessità dell’organizzazione sanitaria fanno sì che il rapporto medico-paziente vada rivisitato e attualizzato.

“Il medico, all’interno e a causa di tali motivazioni, può rischiare di non riconoscersi nella propria immagine interna e in quella esteriore e, comunque, necessita di conferme e rielaborazione delle proprie motivazioni. Anche la deontologia professionale – continuano i medici cattolici piacentini – risulta coinvolta dal proprio assetto professionale, con l’accentuazione di storiche problematiche e l’emergenza di nuove. Il rapporto medico-paziente è in primo luogo un rapporto umano e, come tale, ha fondamenti etici imprescindibili. La ricerca comune – del medico e del singolo paziente – in vista del benessere di quest’ultimo, è la strada maestra da percorrere nel compimento dell’atto medico, e l’implementazione delle attitudini empatiche rappresenta anche un valido strumento clinico”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.