Quantcast

Riprendono i collegamenti tra Coli e Perino, in sicurezza la Vezzera-Pradaglione

 Intervento di messa in sicurezza idrogeologica del Consorzio di Bonifica di Piacenza e Regione Emilia Romagna a Coli

Più informazioni su

La strada Vezzera-Pradaglione, importante arteria viaria nel Comune di Coli, torna ad essere praticabile grazie all’intervento del Consorzio di Bonifica di Piacenza. Svolto in tempi rapidi, l’intervento di messa in sicurezza complessivo, consente finalmente ai residenti della comunità locale e, alla vigilia dell’estate, anche ai numerosi escursionisti e villeggianti, di riguadagnare così il fondamentale collegamento con l’abitato di Perino alleviando notevolmente i disagi derivanti dall’impraticabilità.

“Un segno tangibile – spiega il Consorzio di Bonifica – di come il Consorzio reinvesta direttamente i contributi provenienti proprio dai territori dell’Appennino nelle stesse zone montane che ne manifestazione maggiore necessitá infrastrutturale visto il progressivo fenomeno di dissesto idrogeologico”.

I lavori, nello specifico, hanno riguardato la realizzazione di un muro di contenimento rivestito con lo stesso pietrame raccolto sul posto a difesa della sede stradale soggetta a ripetute cadute di sassi e detriti; oltre a questo sono state inserite barriere paramassi ed una rete metallica protettiva in acciaio posta in aderenza alla pendice, posizionate alternativamente il versante roccioso a monte della carreggiata.

Vista l’importanza del tratto per la zona, l’opera, inaugurata nei giorni scorsi, è stata accompagnata da una breve cerimonia che ha visto gli interventi del presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza Fausto Zermani, dell’Assessore Regionale alla Difesa Del Suolo Ambiente e Costa e Protezione Civile Paola Gazzolo e naturalmente del Sindaco di Coli Luigi Bertuzzi insieme all’Assessore locale Adele Repetti.

All’incontro hanno preso parte per il Consorzio di Bonifica di Piacenza anche il tecnico specializzato del comparto montano Edoardo Rattotti, che ha coordinato l’intervento, e la responsabile Eventi Orietta Cella, oltre all’artista Romano Bertuzzi, sempre particolarmente attento e sensibile allo stato dell’ambiente e delle tradizioni piacentine.

L’Assessore Gazzolo ha sottolineato come “l’impiego di fondi europei destinati all’agricoltura siano stati stavolta provvidenziali per intervenire in un territorio sempre sotto lo scacco del dissesto idrogeologico”. Zermani ha ribadito la rilevanza degli interventi preventivi di difesa del suolo realizzati concretamente dal Consorzio per mantenere gli insediamenti abitativi e imprenditoriali montani in zone che rischiano in caso contrario l’abbandono.

Il sindaco Bertuzzi ha sottolineato come “in periodi di crisi e scarsità di risorse la sinergia concreta tra la Regione Emilia-Romagna, che ha veicolato buona parte dei fondi, e la qualità del lavoro delle maestranze del Consorzio di Bonifica di Piacenza, che ha prima individuato le criticità e successivamente progettato e realizzato gli interventi, siano oggigiorno indispensabili per il territorio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.