Quantcast

Scherma, l’ultimo abbraccio del Pettorelli a Sandrino Bernardelli foto

In mattinata si sono svolti i funerali del presidente onorario del circolo piacentino. All'uscita del feretro dalla chiesa di Santa Teresa, il saluto schermistico di alcuni giovani atleti del sodalizio. Il ricordo del presidente Alessandro Bossalini: "E' un onore essere cresciuto accanto a te"

Più informazioni su

Amici di una vita, tecnici, atleti, dirigenti e autorità. In mattinata Piacenza si è fermata per l’ultimo abbraccio a Sandrino Bernardelli, presidente onorario del Circolo della scherma “Pettorelli” di Piacenza scomparso sabato all’età di 94 anni. Il rito funebre è stato celebrato nella chiesa cittadina di Santa Teresa, affollata di gente per salutare una figura molto nota nella “sua” Piacenza.

All’ultimo saluto erano presenti diverse autorità, tra cui il delegato provinciale Coni Robert Gionelli e i suoi predecessori Stefano Teragni e Roberto Gentilotti. Rappresentato anche il mondo schermistico, presente con il consigliere nazionale della Federscherma Alberto Ancarani, con il presidente regionale Daniele Delfino e con il consigliere regionale Marco Melli. E poi ovviamente c’erano i “suoi” ragazzi del Pettorelli, con alcuni giovani atleti schierati per il picchetto durante il rito funebre e successivamente all’esterno della chiesa per il saluto schermistico prima dell’ultimo viaggio della salma del loro presidente onorario.

“Siamo qui – sono state le parole del sacerdote celebrante, don Luigi Chiesa – affinché il bene che Sandrino ha voluto e che ha fatto non vada perso. Era uno dei volti più familiari quando guidavo questa parrocchia e lo era con le sue caratteristiche: semplicità, cordialità, serenità, bontà d’animo. Protagonista nel mondo dello sport con la scherma, con la sua intelligenza ha saputo essere di esempio per i giovani”.

Toccante anche il breve ricordo letto sull’altare dal presidente del Pettorelli Alessandro Bossalini. “Grazie di tutto, avevamo più di 50 anni di differenza, ma non si sentivano. E’ un onore essere cresciuto accanto a te”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.