Si Cobas in sciopero alla Cargill di Fiorenzuola

Di seguito il comunicato del sindacato Si Cobas che illustra le ragioni dello sciopero indetto dai lavoratori della cooperativa Padania anna Cargill di Fiorenzuola (Piacenza)

Più informazioni su

Di seguito il comunicato del sindacato Si Cobas che illustra le ragioni dello sciopero indetto dai lavoratori della cooperativa Padania anna Cargill di Fiorenzuola (Piacenza).

Oggi i lavoratori della Società Cooperativa Padania operanti presso la CARGILL Srl di Fiorenzuola D’Arda, sono in sciopero dopo aver inutilmente tentato, attraverso il loro sindacato, Sindacato Intercategoriale Cobas, di conferire con la controparte (Cooperativa e Committente) per discutere le problematiche poste.

Sordi alle nostre istanze, con lo sciopero di oggi cominciamo a farci sentire e a portare all’esterno del magazzino il contenuto di una vertenza che è destinata ad avere ulteriori sviluppi se l’indifferenza della controparte continuerà o si tramuterà in ostracismo ed ostilità.
 
Le nostre richieste riguardano l’adeguamento dei nostri salari ed il riconoscimento della nostra professionalità nel rispetto di quanto stabilito dal CCNL e la soluzione ad alcune questioni che attengono alla sfera della dignità e sicurezza di chi lavora.
 
In breve, le richieste prioritarie:
 
La piena applicazione del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni del 01/08/2013 (validità 01/01/13–31/12/15) e di tutti gli istituti contrattuali economici e normativi previsti (tredicesima, quattordicesima, ex festività/permessi/Rol, EDR, scatti di anzianità, TFR pagati al 100%) e calcolati sull’intero monte ore lavorativo previsto (168 ore mensili) e la copertura integrale degli eventi di malattia ed infortunio.
 
Il corretto livello di inquadramento professionale in base alla declaratoria contrattale. 

La garanzia di adeguate condizioni in materia di tutela di salute e sicurezza del personale operante presso lo stabilimento in ottemperanza a quanto previsto dal DLgs 81/08 ed, in particolare, la messa in sicurezza dei locali adibiti a spogliatoi e bagni; 

L’accesso per tutti i lavoratori operanti presso l’impianto alla sala mensa aziendale a prezzo convenzionato o, in alternativa, l’erogazione di un ticket pasto di euro 5,29 per ogni giornata di lavoro con prestazione uguale o superiore alle 4 ore di impiego. 

Lo sciopero di oggi apre a tutti gli effetti il nostro stato di agitazione che continuerà nei prossimi giorni. Visto che nessuno ha avuto l’accortezza di aprirci la porta quando abbiamo educatamente bussato, adesso la parola passa allo sciopero.
 
Sindacato Intercategoriale Cobas

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.