Quantcast

Volley, Bakery a Filottrano. Pistola: “Ci giochiamo tutto”

Le biancorosse, forti del successo di sabato scorso contro Soverato provano a piazzare l’ultima zampata per evitare i play out, consce del fatto che all’ultima giornata saranno costrette al turno di riposo

Più informazioni su

Mercoledì (ore 20.30) la Bakery Piacenza affronta l’ultima fatica della sua regular season al PalaBaldinelli di Osimo contro la già aritmeticamente retrocessa Filottrano. Le biancorosse, forti del successo di sabato scorso contro Soverato provano a piazzare l’ultima zampata per evitare i play out, consce del fatto che all’ultima giornata saranno costrette al turno di riposo.

Il campionato ha già dato i primi verdetti con Bolzano promossa in A1 e Filottrano già condannata. La lotta per la salvezza è ancora apertissima. Per non disputare gli spareggi Piacenza ha due possibilità: o chiudere con almeno 5 punti di vantaggio sulla terzultima oppure tagliare il traguardo finale in una posizione migliore del quartultimo posto. Attualmente Olbia ha 5 punti di ritardo sulle biancorosse e Caserta 6, mentre Soverato e Pavia distano rispettivamente 1 e 3 lunghezze.

In casa Bakery però la calcolatrice è stata riposta accuratamente nel cassetto. L’obiettivo principale dev’essere quello di centrare la posta in palio contro una Lardini che nel girone di andata piegò aspramente Do Carmo e compagne a Piacenza. Una sconfitta comunque importante per il club del presidente Beccari che da quel momento di colpi ne ha sbagliati veramente pochi con un percorso dopo il giro di boa di tutto rispetto. Ora però non c’è più il tempo per rimediare. Il match è ancora da dentro o fuori, di quelli da affrontare con il coltello tra i denti. Andrea Pistola è determinato a tirare fuori ancora il meglio dalle sue giocatrici per chiudere la stagione in bellezza e non essere immischiati in guai peggiori.

Contro Soverato si è vista la Bakery più bella della stagione secondo te?
Più bella no, ma le ragazze hanno fatto esattamente quelle che avevo chiesto. Contro Soverato era importante fare i punti, più che far vedere del bel gioco. La squadra sicuramente ha approcciato la partita in maniera diversa di quanto non abbia fatto ad Olbia ed ha meritato il successo. Credo che sia stato un segnale importante da parte delle mie giocatrici.

Cosa ti è piaciuto della tua squadra?
Siamo stati incisivi per tutto l’arco della partita. Ci sono state fasi in cui non abbiamo giocato benissimo, ma abbiamo avuto l’atteggiamento giusto per tutto il match e questo è molto importante, specialmente in questo tipo di gare. Abbiamo forzato la battuta, cercando di mettere sotto pressione i ricettori di Soverato e ci siamo riusciti. Ci ha agevolato anche il fatto che le nostre avversarie hanno trovato qualche difficoltà in più sulla palla alta. In ogni caso sono soddisfatto, anche se non abbiamo ancora raggiunto niente. Ora ci giochiamo tutto con Filottrano.

Con Filottrano non si può più sbagliare…
Filottrano è una squadra che non molla mai e nonostante la matematica retrocessione sono convinto che onorerà il campionato sino all’ultima partita. Ci aspetta un’altra finale, da vincere a tutti i costi. Purtroppo anche in caso di successo, non è detto che festeggeremo visto che il calendario ci impone il turno di riposo all’ultima giornata e dovremo attendere i risultati delle altre. In ogni caso è nostro compito incrementare le nostre speranze di salvezza diretta: per farlo dobbiamo ottenere un successo pieno, altrimenti diventerebbe tutto più complicato.

La sconfitta con Filottrano nel girone di andata ha cambiato il campionato di Piacenza. Cosa non vuoi rivedere di quella gara?
Quella è stata una partita molto strana: alle prime difficoltà le ragazze sono crollate mentalmente. Quello è stato un segnale del fatto che ci fossero carenze dal punto di vista caratteriale. Un aspetto su cui abbiamo lavorato duramente: anche sabato scorso abbiamo dimostrato di aver fatto passi in avanti in questo senso. Dobbiamo ripeterci anche mercoledì, anche se affronteremo una squadra capace di battere formazioni del calibro di Bolzano, Rovigo e Pavia e che vorrà fare bene nell’ultima gara in casa. Difenderanno tanto e ci costringeranno ad un superlavoro in attacco. Noi dobbiamo rimanere lucidi e mantenere alte le nostre percentuali realizzative.

Nella malaugurata ipotesi Piacenza dovesse affrontare i play out chi preferiresti incontrare?
Credo che sia indifferente. Sia Caserta che Olbia ci hanno messo in difficoltà in campionato, quindi sia in un caso che nell’altro ci aspetterebbe una serie complicatissima. Per questo motivo dobbiamo fare di tutto per cercare di evitarli e, sinceramente, credo che lo meriteremmo per il girone di ritorno che abbiamo fatto. C’è un po’ di rammarico per il fatto che alcune dirette concorrenti abbiano incontrato avversarie sottotono, mentre noi i 26 punti che abbiamo ce li siamo conquistati tutti sul campo.

La penultima di regular season:
Riso Scotti Pavia – Saugella Team Monza
Volksbank Sudtirol Bolzano – Beng Rovigo
Corpora Aversa – Obiettivo Risarcimento Vicenza
Club Italia – Delta Informatica Trentino
Lardini Filottrano – Bakery Piacenza
Entu Olbia – Volalto Caserta

CLASSIFICA
Bolzano 57
Monza 49
Vicenza 48
Trento 43
Rovigo 36
Club Italia 31
Aversa 31
Pavia 29
Soverato 27
Piacenza 26
Olbi 21
Caserta 20
Filottrano 14

Andrea Crosali

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.