Quantcast

Foti (Fd’I) “Drastica riduzione dei punti raccolta sangue a Parma e Piacenza”

Il consigliere regionale chiede alla giunta se, "alla luce di detta riduzione si ritenga comunque perseguibile l'obiettivo dell'autosufficienza regionale di raccolta di sangue ed emoderivati"

Più informazioni su

Il consigliere regionale piacentino Tommaso Foti (Fdi) ha presentato una interrogazione alla Giunta per sapere quale giudizio dia la Regione “in merito alla drastica riduzione dei punti di raccolta di sangue e plasma in alcuni territori provinciali, in particolare nel parmense e nel piacentino”, e se, “alla luce di detta riduzione si ritenga comunque perseguibile l’obiettivo dell’autosufficienza regionale di raccolta di sangue ed emoderivati”.

Il consigliere vuole inoltre di sapere in che misura “i criteri di sostenibilità economica oggi non eludibili” (inseriti dalla Regione nel “Piano Sangue e Plasma 2013-2015”) abbiano influito nella riduzione dei punti di raccolta preesistenti e, “visto che l’accreditamento appena concesso abilita una struttura ad operare per i prossimi cinque anni”, chiede se “ritenga esaurito il processo di riorganizzazione delle Strutture trasfusionali e delle Unità di raccolta” o se la Regione pensi che “gli accreditamenti oggi concessi con riserva, possano costituire il preludio per la loro futura eliminazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.