In piazza S.Antonino le celebrazioni per il 2 Giugno. I premiati

Nell’occasione, ingresso gratuito ai Musei civici di Palazzo Farnese – aperti dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 – nonché al Museo di Storia di Naturale, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18 (a pagamento, tuttavia, la mostra “I giganti dell’era glaciale”)

Più informazioni su

Sarà piazza Sant’Antonino, quest’anno, la cornice delle celebrazioni per il 69° anniversario della Festa della Repubblica: alle 11 la cerimonia dell’Alzabandiera, seguita dalla consueta lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e dal saluto del Prefetto.

Nell’occasione, ingresso gratuito ai Musei civici di Palazzo Farnese – aperti dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 – nonché al Museo di Storia di Naturale, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18 (a pagamento, tuttavia, la mostra “I giganti dell’era glaciale”). Già nella serata di lunedì 1° giugno, alle 21, la Sala dei Teatini ospiterà il concerto della 150rchestra di Piacenza, diretto dal Maestro Marco Beretta.

Nel pomeriggio, alle ore 18, presso la Prefettura, gli insigniti e le Autorità locali sono invitate alla cerimonia di consegna delle sette onorificenze di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e delle due Medaglie d’Onore concesse dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti. Nell’occasione, studenti del locale Conservatorio di Musica “Giuseppe Nicolini” eseguiranno alcuni brani musicali.
 

I destinatari delle Medaglie d’Onore sono:
 
Sig. Lino Valenti internato in Russia dal 01.10.1943 al 01.10.1945.
ALLA MEMORIA

Sig. Italo Dallavalle internato a Solingen dal 01.09.1943 al 01.09.1945
 

I destinatari dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana sono:
 
Luogotenente Fabio Amadei. Attualmente in servizio presso il Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro Nucleo Ispettorato del Lavoro di Cremona. Arruolatosi nell’arma nel 1983 durante la carriera ha prestato servizio presso le Compagnie di Fiorenzuola d’Arda, Reggio Emilia e Piacenza. È stato insignito della medaglia d’oro al merito di lungo comando e della croce d’oro per anzianità di servizio.

Sostituto Commissario Marco Calderoni. Attualmente in servizio presso la sottosezione della Polizia Stradale di Guardamiglio. Arruolatosi nel 1979 ha prestato servizio alla DIGOS della Questura di Bologna, alla Squadra Volanti della Questura di Piacenza, al posto POLFER di Piacenza. Nel 1996 è stato insignito della medaglia d’oro al valor civile dal Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e promosso al grado superiore (Ispettore Capo) per meriti straordinari.

Sig. Gianfranco Castellani. Capo squadra esperto dei Vigili del Fuoco in quiescenza. Arruolatosi nel Corpo dei Vigili del Fuoco nel 1983, durante la carriera ha partecipato a molteplici interventi in occasione di svariate calamità nazionali. È stato insignito della croce di anzianità e per le attività svolte ha ricevuto diversi elogi.

Sig. Gianbattista Gatti. Dal 1958 al 1994 ha gestito l’omonima attività di Bar – Trattoria. Nel 2012, il sig. Gatti è stato premiato come Maestro del Commercio con l’Aquila di Diamante della Confcommercio Impresa per l’Italia.

Rag. Claudio Miserotti. Dal 1976 al 2013 ha prestato la propria attività presso la Cassa di Risparmio di Piacenza, oggi Cariparma – Credit Agricole. Durante la carriera ha ricoperto nell’ambito dell’istituto di credito numerosi incarichi per concludere con la direzione del centro di formazione del Gruppo Cariparma. È stato nominato Maestro del Lavoro nella sessione 2015.

Col. Ciro Milano. Ufficiale in servizio permanente appartenente al Ruolo Speciale dell’Arma di Artiglieria contraerei dell’Esercito Italiano. Vice Direttore e Capo Ufficio Programmi e Controllo presso il Polo di Mantenimento Pesante Nord di Piacenza. È stato insignito della croce d’oro e d’argento per anzianità di servizio, della croce commemorativa per Missione di Pace in Bosnia e della medaglia commemorativa con nastrino per le operazioni di soccorso alle popolazioni dell’Italia Centrale, colpite da sisma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.