Intossicazioni funghi, a Piacenza 6 casi all’anno. Le precauzioni da seguire

Provincia di Piacenza e l’Azienda Usl promuovono un  ciclo di incontri rivolti alla popolazione, per informare sulle regole e precauzioni da adottare durante la raccolta

Più informazioni su

Nella provincia di Piacenza si registrano mediamente 5/6 episodi di intossicazioni all’anno, dovuti sia alla confusione tra specie commestibili e velenose sia al cattivo trattamento e conservazione dei prodotti raccolti. Ecco perché la Provincia di Piacenza e l’Azienda Usl hanno deciso di promuovere un ciclo di incontri rivolti alla popolazione, per informare sulle regole e precauzioni da adottare durante la raccolta.

In calendario ci sono quattro appuntamenti serali, articolati tra il capoluogo, Podenzano, Carpaneto P.no e Castelsangiovanni, affinché la diffusione delle indicazioni fornite dagli esperti sia il più capillare possibile. Gli incontri sono condotti dal micologo Daniele Inzani, dell’unità operativa Igiene alimenti e nutrizione del dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Piacenza.

Oltre alle regole e precauzioni nella raccolta, l’esperto fornirà anche informazioni per riconoscere le specie più diffuse nel territorio piacentino. Tra i pericoli più seri cui vanno incontro i raccoglitori, non solo i meno esperti, c’è infatti il rischio di confondere specie commestibili con altre velenose. Infine, durante le serate saranno illustrati i metodi corretti di trattamento e conservazione dei preziosi e gustosi frutti del sottobosco.
 

Ecco il calendario degli appuntamenti, tutti alle ore 20,30:
7 maggio – Podenzano Sala Comunale Via Monte Grappa 100
14 maggio  – Carpaneto P.no Sala Comunale BOT
21 maggio – Castelsangiovanni, Centro Culturale di via Mazzini,
28 maggio – Piacenza, aula magna Istituto industriale Marconi, via IV Novembre 116.

Le quattro serate sono organizzate dall’assessorato Agricoltura della Provincia di Piacenza, servizio Piccole filiere e supporto tecnico organizzativo alle produzioni agricole – cui la normativa delega tra l’altro competenze in merito alle attività informative e divulgative rivolte ai cercatori- insieme all’Ispettorato micologico dell’Ausl di Piacenza.

Quest’ultimo invece, che fa capo all’unità operativa Igiene e sicurezza del dipartimento di Sanità pubblica, effettua i controlli previsti dalla normativa rispetto ai funghi raccolti sul territorio e opera nell’ambito del Programma di sicurezza alimentare. Ha sede a Piacenza ma gli operatori Ausl sono disponibili a recarsi a Bettola e Bobbio, previo appuntamento, per controllare sul posto quantitativi rilevanti di prodotto raccolto. Tra i compiti del servizio c’è anche quello informativo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.