Quantcast

Pittoscritture 10, concluso il laboratorio di Morelli nelle scuole

Si è concluso nei giorni scorsi il Laboratorio “Pittoscritture 10” per le scuole dell’infanzia di Piacenza e provincia progettato e condotto dal pittore Guido Morelli.

Più informazioni su

Si è concluso nei giorni scorsi il Laboratorio “Pittoscritture 10” per le scuole dell’infanzia di Piacenza e provincia progettato e condotto dal pittore Guido Morelli.
La nuova versione del Progetto Pittoscritture (Progetto in rete 0-6 con il sostegno della Provincia di Piacenza) è giunta quest’anno alla sua decima edizione: nonostante il numero essenziale di incontri (quattro per ogni Laboratorio) motivati dalla volontà di non escludere nessuna delle scuole ma di assegnare le ore di Laboratorio con un criterio matematico proporzionale al numero delle sezioni richiedenti, sono diverse le considerazioni che portano ad essere convinti dell’efficacia delle attività proposte ed a percepire entusiasmo, curiosità e partecipazione da parte di bambini ed insegnanti ma anche dei genitori grazie al loro coinvolgimento attuato dal Progetto Pittoscritture 10.

Il laboratorio si è quest’anno ulteriormente ampliato sul territorio grazie all’adesione di nuove scuole alla loro prima esperienza come quelle di Bobbio, Gazzola e Perino.
In totale si sono realizzati 30 laboratori per un coinvolgimento di circa 840 bambini di tre, quattro e cinque anni.

Le scuole dell’infanzia piacentine che hanno partecipato al Laboratorio:
Andersen, Besurica, Bobbio, Caorso, Castelvetro, Centovera, Collodi, Cortemaggiore, Dante, De Gasperi, Due Giugno, Farnesiana, Flli. Grimm, Gazzola, Mazzini, Perino, San Giorgio, San Nazzaro, San Pietro in Cerro, Vaiarini.
Lo schema didattico ha previsto la presentazione ai bambini dei quattro personaggi/strumenti di Pittoscritture (Pittosauro, Pittoragno, la pesciolina Emma, il pappagallino Coriandolo) annunciando le quattro “puntate” previste dal laboratorio in modo che ognuna fosse dedicata ad uno di essi.
La curiosità dei bambini è stata stimolata ancora prima di iniziare le attività (uova misteriose consegnate ad ogni bambino); appena realizzato graficamente il personaggio (Pittoragno) è stato richiesto loro di accoglierlo nelle proprie case coinvolgendo in questo modo anche i familiari.
Alla fine di ogni incontro è stato portato a casa un messaggio scritto in varie lingue che proponeva attività da svolgere con il pittoragno adottato nelle varie famiglie, le consegne erano collegate ai successivi incontri svolti a scuola dove gli altri protagonisti del Laboratorio venivano raffigurati in azioni molto familiari ai bambini come cibarsi (Il pranzo di Emma), viaggiare e giocare (Il viaggio di Coriandolo), dormire e sognare (Il sogno del Pittosauro).

Nella seconda metà dell’anno scolastico hanno partecipato come di consueto anche le sezioni omogenee con bambini di tre anni, che attraverso la semplificazione delle sequenze tecniche grafico/pittoriche hanno potuto compiere lo stesso percorso riservato alla fascia 4/5 anni potendo così vivere le emozioni e soddisfazioni provate dai loro compagni più grandi.

Alcuni bambini hanno richiesto ulteriori incontri, altri hanno richiesto se era possibile adottare tutti i personaggi (che a differenza del primo sono restati nelle scuole), l’intera sezione richiedeva sempre con grande curiosità di sapere in anticipo a quale personaggio sarebbe stato dedicato l’incontro successivo, diversi genitori hanno accolto (in alcuni casi con molta creatività) la proposta di inviare via mail o direttamente nella pagina facebook Pittoscritture foto del pittoragno ospitato a casa ed è stato di conseguenza creato un foto album dal titolo “PITTORAGNI” dove non solo è possibile vedere le foto ricevute dalle famiglie ma anche commentare le immagini.

La pubblicazione sulla pagina dedicata al Progetto nel Blog Pittoscritture presenta invece ogni singolo incontro con immagini e testi essenziali in modo da consentire a insegnanti, genitori e bambini che non
hanno avuto modo di partecipare al Progetto, di farsi un’idea di questa esperienza attraverso la documentazione del percorso didattico proposto.

Pittoscritture quest’anno presenta un video con una selezione di disegni provenienti da scuole diverse realizzati nell’ambito dell’ultimo incontro avente per titolo “I sogni del Pittosauro”, il video è pubblicato su Youtube ed è cliccabile sia sul blog sia sulla pagina facebook del Laboratorio.
Tra le estensioni del Progetto “Pittoscritture 10” in ambito scolastico segnaliamo in diverse scuole la costruzione di apposite cassette per la posta (i messaggi che i bambini portano a casa e devono restituire alle insegnanti i giorni successivi) e che nella scuola dell’infanzia di Borgotrebbia “abita” un pittosauro tridimensionale dentro una tenda da campeggio, questa presenza guida la progettazione annuale scolastica. Parte delle immagini e dei testi di queste esperienze sono pubblicati a cura di Pittoscritture nella pagina del Blog intitolata “Pittonotizie da Borgotrebbia!”.

Presso le scuole dell’infanzia del VII Circolo il Laboratorio ha fornito attività di supporto agli incontri di continuità e di orientamento organizzati con il nido Oasi e con i genitori dei futuri iscritti di stradario per il prossimo anno scolastico.
Inoltre in ambito extra scolastico è confermata anche per il 2015 la partecipazione di Pittoscritture agli incontri presso la Ludoteca dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze a cura dell’Associazione Sine Qua Non, Firenze; in ambito extra europeo a Febbraio 2015 il Progetto “Pittoscritture 10” è stato ospitato presso la scuola Great River Christian School di Burlington, IA USA dove le insegnanti di alcune sezioni di infanzia e primaria hanno potuto sperimentare le attività di quest’anno insieme ai loro bambini e direttamente con Guido Morelli grazie alla collaborazione della loro art teacher Milena Subacchi (responsabile dell’aula arte della scuola americana che ha coordinato gli incontri); parallelamente la referente di Progetto del 7 Circolo di Piacenza (scuola capofila) insegnante Eleonora Belli e le insegnanti americane hanno avuto varie e interessanti occasioni di formazione e scambi didattici.

Il Direttore dell’Istituto Mr. Jon Frischkorn ha visitato una lezione in corso congratulandosi e chiedendo informazioni sull’Italia e in particolare sulla città di Piacenza, ricevendo da Guido Morelli una guida turistica della città e pubblicazioni dei Musei Civici di Palazzo Farnese.
Una documentazione ricca di foto e testi relativi a questa esperienza è stata inoltre pubblicata sulla pagina facebook Pittoscritture attraverso un album dal titolo: “Ospiti presso la scuola Great River Christian School di Burlington, IA USA” e da un video pubblicato sulla stessa pagina facebook e su Youtube dal titolo : ”Pittoscritture in USA”.

Per il prossimo anno scolastico 2015-2016 è prevista come di consueto una nuova versione del Progetto, per gli aggiornamenti e tutte le informazioni sulle attività si possono visitare il blog e la pagina facebook di Pittoscritture o scrivere a guidomorellipittore@gmail.com (nota a cuira di Guido Morelli)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.