Rapporto sussidiarietà, giovedì la presentazione con Vittadini

Il tema della sussidiarietà nella gestione della cosa pubblica, nei servizi, nel decentramento amministrativo è più che mai attuale. Per chi vuole approfondire il tema è in programma giovedì 14 maggio a Piacenza

Più informazioni su

Il tema della sussidiarietà nella gestione della cosa pubblica, nei servizi, nel decentramento amministrativo è più che mai attuale. Per chi vuole approfondire il tema è in programma giovedì 14 maggio a Piacenza la presentazione del rapporto 2015 sulla sussidiarietà con la partecipazione del presidente della Fondazione nazionale Giorgio Vittadini. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione Ingenua Baldanza con la collaborazione di PiacenzaSera.it. 

Quale spazio ha trovato l’attuazione del principio di sussidiarietà nella spesa pubblica italiana, a quasi 15 anni dalla riforma del Titolo V della Costituzione? Nelle politiche economiche e fiscali degli altri Paesi avanzati, la sussidiarietà verticale e quella orizzontale hanno un ruolo maggiore o minore? Per ridurre la spesa è opportuno ri-centralizzare, riducendo le competenze e le risorse economiche assegnate alle Regioni? Oppure occorre procedere verso un federalismo reale e differenziato, concedendo autonomia alle sole Regioni virtuose?
 
Il Rapporto “Sussidiarietà e… spesa pubblica” affronta questi temi attraverso l’esame dettagliato dell’evoluzione e della composizione della spesa pubblica italiana, il confronto tra Italia e altri Paesi in termini di incidenza della sussidiarietà sulla spesa pubblica, la stima degli effetti dello spostamento della spesa pubblica verso le Regioni ed enti locali sulla crescita economica, una misura della rilevanza della sussidiarietà orizzontale nelle finanze italiane.
 
 
A questi temi è dedicato quindi l’incontro di presentazione del Rapporto sulla Sussidiarietà 2014/2015, “Sussidiarietà e… spesa pubblica” che si terrà Giovedì 14 maggio – ore 21 presso la Sala Amici dell’Arte Via San Siro, 13 a Piacenza.
 
L’iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale Ingenua Baldanza.
 
Introduce:
Massimo Trespidi Docente Liceo Statale “G.M. Colombini” di Piacenza
 
Presenta il Rapporto:
Giorgio Vittadini Presidente Fondazione Sussidiarietà
 
Intervengono:
Paolo Dosi Sindaco di Piacenza
Francesco Rolleri Presidente Provincia di Piacenza
 
Modera:
Mauro Ferri Direttore Piacenzasera
 
 
L’Associazione Culturale Ingenua Baldanza è nata nel 2009 dall’iniziativa di un gruppo di amici mossi dal desiderio di scoprire e verificare, secondo l’espressione di Papa Benedetto XVI, come “il contributo dei cristiani è decisivo solo se l’intelligenza della fede diventa intelligenza della realtà”.
Come recita lo Statuto dell’Associazione “essa intende sostenere la persona nel suo itinerario formativo, nella presenza ed espressione nella società civile, in linea con il principio di sussidiarietà, secondo la cultura originata dalla tradizione cristiana trasmessa dal Magistero della Chiesa Cattolica e più precisamente dalla Dottrina sociale della Chiesa Cattolica, in particolare ideando, sostenendo, promovendo, organizzando attività di carattere culturale, seminari, iniziative informative e formative, manifestazioni ed eventi, ricerche e attività di studi, nonché mostre stabili o periodiche, convegni, meeting, pubblicazioni e altre iniziative di ricerca e promozione culturale”.
L’Associazione ha collaborato nel 2011 con l’Amministrazione provinciale per la realizzazione della grande mostra “150 anni di sussidiarietà”, a gennaio 2015 ha portato a Piacenza la mostra “Storia di un’anima carnale: Charles Péguy a 100 anni dalla morte” presentata al Meeting di Rimini, e a marzo 2015 ha organizzato l’incontro dal titolo “Il primo lavoro è vivere. Solo un “io” all’opera batte la crisi”, con Marco Cobianchi giornalista economico di Panorama. 
 
La Fondazione per la Sussidiarietà è stata costituita nel 2002 come luogo di dialogo tra soggetti impegnati a «sostenere la persona nel suo itinerario formativo, di presenza e di espressione nella società» (art.2 dello Statuto). Il suo operato trae ispirazione dal principio di sussidiarietà che afferma il primato della persona rispetto alla società e della società rispetto allo Stato, affinché ogni decisione attinente l’interesse generale sia presa al livello più vicino al cittadino. La ricerca è uno dei compiti fondamentali della Fondazione. La più importante delle iniziative in questo campo è l’annuale Rapporto sulla sussidiarietà (pubblicato nella collana Sussidiarietà e…) che ha lo scopo di indagare un aspetto della vita sociale, economica, o istituzionale del Paese secondo la particolare ottica della sussidiarietà, nel tentativo di comprendere se e come le iniziative che nascono “dal basso” possano offrire soluzioni ai problemi e opportunità di costruzione del bene comune.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.