Quantcast

Zanardi (Fi) “Triste la devastazione dei giovani No Expo il Primo Maggio”

Intervento di Gloria Zanardi, consigliera provinciale in merito a Expo 

Più informazioni su

Intervento di Gloria Zanardi, consigliera provinciale in merito alle devastazioni dei No Expo 

Piacenza – L’inaugurazione tanto attesa dell’Expo 2015 è arrivata. Tanta la preoccupazione di fare una figuraccia in mondovisione per la scarsa organizzazione e i ritardi nella realizzazione dei lavori. In realtà, le uniche brutte immagini, ancora una volta, sono state quelle di un manipolo di giovani facinorosi, coperti in volto, intenti a scagliare pietre e uova contro le facciate dei palazzi storici di Milano e a scatenare una guerriglia urbana che dopo il G8 di Genova speravo di non vedere più.

In un momento storico in cui la disoccupazione giovanile è agli apici e ragazzi di tutta Italia, ed Europa, quotidianamente cercano con fatica di costruirsi un futuro, credo sia davvero triste dovere assistere a queste scene vergognose, proprio in occasione dell’apertura dell’esposizione universale – che ha offerto a molti giovani un’importante esperienza lavorativa – e della ricorrenza annuale della festa internazionale dei lavoratori. Non è mia intenzione, né è mai stata, condannare le manifestazioni pacifiche da parte di coloro che contestano la faticosa realizzazione ad opera d’arte dell’evento od evidenziano le presunte vicende note a tutti che non ci fanno onore. Ognuno ha il diritto di esprimere liberamente il proprio pensiero.

Tuttavia, ritengo che sia doveroso prendere le distanze da persone che, invece di essere orgogliose di potere mostrare al mondo le eccellenze che il loro paese offre, di perseguire l’obbiettivo mondiale di diffondere una corretta cultura dell’ambiente e del cibo, di sentirsi “globalizzati nella solidarietà” come detto da Papa Francesco (l’esempio della costruzione del padiglione del Nepal è simbolico), trascorrono il primo di maggio, indipendentemente dal colore politico, a spaccare vetrine o incendiare macchine. #idiotineri. Ora cerchiamo di dimenticarci alla svelta questi squallidi episodi e valorizziamo il nostro splendido territorio, confidando, nel futuro, di vedere in piazza molte più “mamme di Baltimora” anche in Italia.

Gloria Zanardi Cons. Provinciale Piacenza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.