Quantcast

A Cadeo il parco giochi rinasce grazie a GenitorInsieme e ai cittadini

"Occorre impegnarsi per primi all'interno della nostra comunità, senza attendere un'azione dall'esterno o delegare ad altri, e il mio pensiero corre a coloro che scelgono di mettersi in gioco gratuitamente, ai tanti volontari legati ad associazioni e non, che si spendono per il nostro territorio" sono parole più volte pronunciate dal il sindaco di Cadeo Marco Bricconi. 

Più informazioni su

“Occorre impegnarsi per primi all’interno della nostra comunità, senza attendere un’azione dall’esterno o delegare ad altri, e il mio pensiero corre a coloro che scelgono di mettersi in gioco gratuitamente, ai tanti volontari legati ad associazioni e non, che si spendono per il nostro territorio” sono parole più volte pronunciate dal il sindaco di Cadeo Marco Bricconi.

Parole raccolte e fatte fiorire dall’Associazione GenitorInsieme che a fianco dell’Amministrazione Comunale punta ad un concreto obiettivo: rendere la comunità locale il vero attore del cambiamento sociale. Tutto ciò avverrà grazie al progetto “Sbarco al Parco”, volto a riqualificare il parco giochi dedicato a “T. Provini” e a vivere lo spazio pubblico come luogo vivo della comunità. Il primo step, con la presentazione del progetto alla cittadinanza, avverrà domani ore 16 presso il parco giochi. Capofila del progetto l’associazione GenitorInsieme, patrocinato dal Comune di Cadeo. “Sabato inaugureremo l’installazione di un nuovo gioco che sarà posizionato in questi giorni” ha dichiarato Dino Molinari in rappresentanza dell’associazione.

Domani i cittadini potranno vedere in anteprima i rendering del parco giochi progettato non da un’unica associazione ma grazie al contributo di tanti, attraverso idee, prestazioni gratuite e donazioni economiche. Dai singoli cittadini alla parrocchia, fino all’associazione “Quelli di Fontana”, il “parco giochi che verrà” sarà il risultato del lavoro di una buona parte della comunità. Uno spazio dedicato al cinema all’aperto, un chiosco-ristoro e un’area dedicata ai più piccoli saranno alcune delle novità per ora inserite nei rendering (realizzati da Alessandra Ziliani) ma che passo dopo passo potranno divenire realtà.

“Oltre all’installazione del nuovo gioco ci stiamo muovendo per la realizzazione di un totem che racconti a visitatori, con immagini e parole, la storia del grande uomo di sport, Tarquinio Provini, a cui il parco è dedicato” ha puntualizzato Molinari. “Siamo lieti di supportare i progetti in cui emerge con forza la sinergia tra Amministrazione, associazioni e cittadini ha aggiunto il primo cittadino Bricconi. Un progetto che sebbene già strutturato ha bisogno del riscontro e delle idee di adulti e famiglie, come ricordato da Molinari. “la festa di domani sarà un’occasione per raccogliere consigli e proposte da parte dei cittadini”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.