In un libro la storia del Grande Fiume. Lunedì presentazione alla Vitto

E' il volume intitolato “I ponti sul Po dirimpetto a Piacenza: 1801-2013”, monumentale opera, arricchita da numerose fotografia d’epoca, realizzata da Roberto Caccialanza

Più informazioni su

Appuntamento dedicato alla storia del Grande Fiume lunedì prossimo alla Vittorino da Feltre. Alle ore 21, nella Sala “Renato Fava” della società biancorossa, verrà infatti presentato il volume intitolato “I ponti sul Po dirimpetto a Piacenza: 1801-2013”, monumentale opera, arricchita da numerose fotografia d’epoca, realizzata da Roberto Caccialanza.

“Un appuntamento – precisa il presidente della Vittorino, Sandro Fabbri – che abbiamo pensato per i nostri soci ma anche per tutta la cittadinanza dato che presenteremo un libro unico nel suo genere, che oltre a ricostruire la storia e la cronologia dei ponti e dei viadotti realizzati tra Piacenza e la sponda lombarda del Po dal 1801 fino ai giorni nostri, fa anche emergere l’importante e antico rapporto che la nostra città e la nostra comunità hanno sempre avuto con il Po. Un rapporto ed un legame che oggi sta forse un po’ scomparendo, sicuramente non più intenso come lo è stato negli anni passati, soprattutto dal dopoguerra agli anni del boom economico quando il Po era considerato il “mare dei piacentini”, quando si faceva il bagno nel Grande Fiume e l’isolotto Maggi era la spiaggia dei nostri concittadini del tempo”.

“Un legame già forte anche per motivi di carattere sportivo e non a caso la Vittorino, nata nel 1883, ha da sempre un rapporto speciale con il Grande Fiume e la nostra Società è impegnata anche nell’opera di valorizzazione del tratto cittadino del Po. Nel corso della serata verranno anche proiettate due immagini stereoscopiche inedite relative al ponte provvisorio di barche sul Po fra Piacenza e S. Rocco al Porto, allestito immediatamente dopo la fuga degli Austriaci nel giugno 1859 e della ‘testa di ponte’ sulla sponda lombarda semi-distrutta dai bombardamenti”. Per l’occasione, lunedì sera l’ingresso alla Vittorino sarà libero e aperto al pubblico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.