Quantcast

“Futuro in salute”, al via il nuovo confronto per la sanità piacentina foto

Oggi facciamo partire un percorso che nei prossimi cinque mesi ci porterà a decidere il futuro del nostro sistema di sanità e di salute. 

Più informazioni su

“La conferenza sociosanitaria ha dato il via ad un percorso importante per il futuro della sanità piacentina”. Lo afferma il direttore generale dell’Ausl di Piacnza Luca Baldino, al termine della riunione coi sindaci in Provincia.

E’ stato illustrato il percorso attivato dalla Conferenza territoriale sociosanitaria per costruire il piano di sviluppo del sistema sociosanitario piacentino. L’obiettivo è quello di immaginare e poi realizzare azioni per un vero “Futuro in salute” della comunità.

“Oggi facciamo partire un percorso – ha aggiunto Baldino – che nei prossimi cinque mesi ci porterà a decidere il futuro del nostro sistema di sanità e di salute. L’abbiamo chiamato futuro in salute perché vogliamo ragionare sul futuro, vogliamo avere un’idea chiara di come deve essere il nostro futuro, un futuro in salute.



Un percorso che abbiamo concordato con i sindaci e con la conferenza, che ha un ampio grado di partecipazione. Un forte confronto serve alla conferenza e serve all’azienda, e in generale alla collettività.



Dobbiamo prendere decisioni che non saranno facili e dobbiamo prenderle nel modo più consapevole possibile.

Ma soprattutto dobbiamo capire che dobbiamo fare queste scelte e cambiare alcune cose perché dobbiamo seguire quello che è il percorso naturale e per fortuna sempre attivo della medicina e dei percorsi di cura.



Oggi vengono offerte una serie di nuove potenzialità dalle tecnologie, dai nuovi farmaci e da quelli che sono i modelli e i percorsi di cura e noi non possiamo permetterci di rimanere indietro. Dobbiamo essere in grado di garantire alla nostra popolazione il meglio che la scienza e la medicina sono in grado di offrire”.

LA SCHEDA

UNA STRATEGIA PER IL FUTURO
La sanità è un mondo che evolve con grande rapidità. Ogni giorno ci si deve misurare con cambiamenti in campo farmacologico, tecnologico e organizzativo.
“Non rimanere al passo con questa innovazione – afferma Luca Baldino, direttore generale dell’Ausl di Piacenza – ci farebbe perdere preziose opportunità per fornire un servizio sempre migliore ai nostri cittadini”.

“La sfida che ci attende è importante: dobbiamo pensare insieme a uno sviluppo che individui il ruolo dell’azienda nel sistema sanitario regionale e di area vasta; affrontare i temi dell’evoluzione delle reti ospedaliere e territoriali, dell’utilizzo delle nuove tecnologie e della sostenibilità delle azioni che metteremo in campo”.

UN PERCORSO PARTECIPATO

“Nessuno degli attori coinvolti (l’Azienda, i cittadini e le istituzioni) può compiere questo percorso senza il confronto reciproco. Se vogliamo centrare l’obiettivo, mai come ora il gioco di squadra è essenziale”.

Perché la partecipazione sia estesa a tutta la comunità, l’Azienda ha costruito internamente e insieme ai sindaci della Conferenza territoriale sociosanitaria un percorso di condivisione, il più allargato possibile. Al tempo stesso è fondamentale contenere i tempi della discussione per arrivare a definire entro dicembre la bozza del piano di sviluppo.
Al proprio interno, l’Ausl ha attivato un percorso di ascolto e condivisione che coinvolge tutti i professionisti. Anche il collegio di Direzione, organo di supporto della Direzione, è stato allargato a operatori rappresentanti i diversi ambiti professionali presenti in azienda.

IL PROGRAMMA DI LAVORO

La riflessione parte da un quadro d’insieme per poi compiere analisi sempre più dettagliate, sempre basate su dati oggettivi. Equità di accesso e sostenibilità sono le chiavi di lettura individuate.

UN SIMBOLO RICONOSCIBILE PER IL PERCORSO

Per accompagnare il percorso partecipato che porterà alla definizione delle linee di sviluppo del sistema sanitario piacentino nei prossimi anni, è stato scelto un simbolo, composto da tratti, colori e parole che identifichino da subito l’obiettivo che intendiamo raggiungere: “Un futuro in salute”.   

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.