Quantcast

Yoga in ufficio: focalizza il tuo Io interiore

È bene ricordare che la posizione che si assume per le lunghe giornate lavorative è importante, e questo vale sia per chi lavora in ufficio che a casa. La postura che si assume, infatti è di fondamentale importanza per una corretta funzionalità muscolo-scheletrica

Più informazioni su

È bene ricordare che la posizione che si assume per le lunghe giornate lavorative è importante, e questo vale sia per chi lavora in ufficio che a casa. La postura che si assume, infatti è di fondamentale importanza per una corretta funzionalità muscolo-scheletrica e può evitare future complicanze o comunque attenuarle.

Se ci pensate un attimo infatti passiamo molto tempo in posizione seduta al lavoro, in macchina e talvolta persino nella pausa pranzo. Non è un segreto che condurre uno stile di vita più salutare aiuti a vivere meglio e a farci stare bene. L’analogia fra “star bene” e “produrre al meglio” è il punto focale della discussione di questi ultimi tempi. E qual miglior modo del praticare un’antica disciplina che mette in equilibrio il corpo con la mente? La nuova tendenza è infatti quella di praticare lo yoga in ufficio, anche per pochi minuti durante la propria giornata lavorativa.

Ma cos’è lo yoga? Questa disciplina antica, il cui significato principale sembra riposare sulla capacità dell’uomo di imbrigliare le proprie passioni e di indirizzare i propri sforzi verso la ricerca spirituale, è attualmente considerata un insieme di pratiche atte a rilassarsi, meditare e a esercitarsi fisicamente. In questo senso è diventata di moda e permette, infatti, di migliorare la nostra elasticità e il nostro equilibrio psico-fisico. Infatti anche la mente trae giovamento dai suo precetti. La sua pratica permette di allontanarsi dal lavoro per alcuni momenti, estraniandoci da tutto ciò che ci circonda e focalizzando l’attenzione soltanto su noi stessi e sul nostro corpo.

Lo Yoga migliora il nostro modo di stare in piedi, di camminare ma anche la nostra postura da seduti. Ma non importa quello che fa lo Yoga, non saremo mai in grado di raggiungere risultati ottimali se non siamo seduti in modo confortevole. Per prima cosa infatti, occorre utilizzare una seduta ergonomica che permetta una posizione del busto eretta e allo stesso tempo ottimale del collo. A seconda dei gusti e dei bisogni, si può optare sia per sedie ergonomiche più sofisticate come quelle progettate da  Varier o per soluzioni più nella media come quelle proposte da Staples e Cinius. Le donne non dimentichino, inoltre, di non accavallare le gambe. Per tutti occorre fare pausa ogni due ore, per almeno dieci minuti.

Questo perché, anche se in una corretta postura, mantenere il proprio corpo nella stessa posizione per molto tempo fa certamente male. Per ovviare a questo è possibile anche acquistare un tavolo che permetta di lavorare in due posizioni: seduti o in piedi, in modo da far un po’ di movimento mentre si lavora.

Oltre la meditazione, possiamo adoperare altri metodi per eliminare o almeno ridurre lo stress. Fra questi ci sono le palline antistress, candele con varie profumazioni e tanto altro.
In conclusione lo Yoga non è solo un modo per stare in forma e rilassarsi ma può essere un mezzo per conoscere meglio i propri colleghi e un modo per il datore di lavoro di riunire i propri impiegati e di fargli fare qualcosa di divertente insieme, senza allontanarsi dall’ufficio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.