Quantcast

A Piazzetta Piacenza i segreti della faraona alla creta con le sorelle Cattivelli foto

La sinergia fra Chef piacentini e ospiti d’eccezione proseguirà ogni lunedì e martedì in Piazzetta Piacenza fino alla fine di Ottobre, tra i prossimi invitati Gualtiero Marchesi e l’attore comico “Gaspare”

Più informazioni su

È partita martedì la serie di appuntamenti con showcooking d’eccezione che animerà ogni lunedì e martedì lo spazio di Piazzetta Piacenza a Expo. Non si tratta di un canonico momento culinario: sotto la Zolla infatti, ad ogni incontro, i migliori Chef del territorio piacentino saranno chiamati a interpretare e riprodurre il ricordo del sapore o dell’aroma che lega particolarmente un ospite d’eccezione – anche lui piacentino, d’origine o di adozione – a queste terre.

La ricetta nascerà anzitutto da una conversazione dal vivo tra i due protagonisti, che permetterà di scoprire Piacenza attraverso  un piatto e la sua capacità di restituire sensazioni di casa quando si è lontani. Protagonista indiscussa sarà quindi la tradizione enogastronomica del territorio, che verrà reinterpretata con un tocco personale dai Maestri che si alterneranno in cucina, mostrando al pubblico la realizzazione della ricetta passo dopo passo.

Nel corso del primo appuntamento, è stato proposto il gusto antico e contadino della faraona alla creta. Le sorelle Claudia e Emanuela Cattivelli e Davide Sesenna, del ristorante Antica Trattoria Da Cattivelli di Monticelli d’Ongina, hanno cucinato infatti il pregiato volatile nelle crete caratteristiche delle valli piacentine su impulso del proprio ospite, il docente di Lingua e Letteratura Turca dell’Università Ca’ Foscari di Venezia Giampiero Bellingeri, facendolo poi gustare ai presenti.

Il professor Bellingeri – monticellese d’origine e, tra le altre cose, traduttore ufficiale italiano di Orhan Pamuk – ha consacrato la degustazione dedicandole alcuni versi del poeta Nazim Hickmet. La faraona infatti, deve cuocere lentamente avvolta in un involucro di paglia sigillato dalla creta e “dalla creta rinasce avvolta nella terra, come da un uovo cosmico, mette al mondo se stessa e fa rinascere anche noi.” Il segreto della ricetta sembra risiedere proprio in questo materiale, presente nei territori e nei colli piacentini, che protegge e isola la carne durante la cottura, permettendo di mantenerne intatti sapori e aromi e donandole un gusto d’altri tempi.
 
Il prossimo appuntamento sarà lunedì 31 agosto con Isa Mazzocchi del ristorante La Palta di Bilegno – insignito della stella Michelin – che dovrà tradurre in ricette le suggestioni dell’ambasciatore di Expo Gualtiero Marchesi, Maestro della Cucina Italiana e punto di riferimento indiscusso del panorama gastronomico italiano. Il giorno successivo, martedì 1° settembre, un altro chef Claudio Cesena, originario di Fiorenzuola e titolare insieme al fratello dell’Antica Osteria della Pesa nel Relais di Cascina Scottina, rievocherà gusti e sapori con Nino Formicola, attore italiano e popolare volto della televisione in coppia con Andrea Brambilla nel duo comico “Gaspare e Zuzzurro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.