Quantcast

Brugneto, il Sindacato Proprietà Fondiaria: “Baratto pericoloso, l’acqua è nostro diritto”

"Il presunto accordo - scrive in una nota il sindacato - ci potrebbe costringere ad avere per sempre l’obbligo di accogliere rifiuti per poter continuare ad avere il diritto di ottenere l’acqua"

Più informazioni su

Intervento del Sindacato della Proprietà Fondiaria di Piacenza

Il Sindacato della Proprietà Fondiaria di Piacenza prende posizione a proposito delle notizie, diffusesi a livello di opinione pubblica nei giorni scorsi, concernenti un presunto “Accordo” che sarebbe intervenuto, o starebbe per intervenire, fra le Regioni Emilia-Romagna e Liguria “e che prevederebbe un baratto fra accettazione da parte di Piacenza di rifiuti urbani e il rilascio a favore di Piacenza, da parte di Genova, di acque del Brugneto”.

“Non c’è bisogno – continua la Proprietà Fondiaria – di alcun baratto: l’acqua ci compete e il diritto relativo è consacrato in precisi documenti. Il baratto è anzi assai pericoloso: indebolisce infatti il nostro diritto e, se passasse, potrebbe prestarsi a che Genova non rilasciasse più l’acqua irrigua dovuta ove non avesse più bisogno di portare rifiuti a Piacenza o, comunque, ci potrebbe costringere ad avere per sempre l’obbligo di accogliere rifiuti per poter continuare ad avere il diritto di ottenere l’acqua. Il territorio piacentino – specialmente nella situazione che lo caratterizza nel presente momento storico – ha bisogno di una classe dirigente dalla vista lunga, come non ha bisogno di ulteriori improvvisazioni politiche”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.