Quantcast

Clinica nel mirino della Finanza. I difensori: “Sequestro crediti infondato”

Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione dello studio legale che difende la casa di cura di Piacenza finita nel mirino della Guardia di Finanza

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione dello studio legale che difende la casa di cura di Piacenza finita nel mirino della Guardia di Finanza, che ha sequestrato in via cautelativa 1,2 milioni di crediti ancora da riscuotere dalla Regione Emilia Romagna. LEGGI L’ARTICOLO QUI

“Preme puntualizzare che il sequestro in questione – precisano i legali – che si evincerebbe come definitivo e già lapidariamente disposto dall’autorità competente, è stato invece concesso inaudita altera parte (ossia senza sentire la parte interessata), come vuole la procedura innanzi alla Corte dei Conti, con fissazione successiva di udienza, ove si discuterà, in contraddittorio tra le parti, della fondatezza del sequestro medesimo e della sua eventuale modifica o revoca. Dunque sarà solo in quella sede che si conoscerà l’effettiva pronuncia riguardo al sequestro conservativo che rimarrà, comunque, un rimedio solo strumentale all’azione principale inoltrata dalla Procura Generale, riguardo alla quale nulla è stato deciso e tutto deve ancora essere discusso, comprese le ragioni di fatto e di diritto che intendiamo portare all’attenzione della Corte. La presente difesa, infatti, ritiene che la richiesta formulata dalla Procura Generale presso la Corte dei Conti sia priva di fondamento non solo in relazione ai fatti e alla ragionevole fondatezza del diritto fatto valere, ma anche del pericuium in mora che, sotto il profilo giuridico, rappresenta uno degli elementi fondamentali ai fini della concessione del sequestro”. 

“Volendo affermare la regolarità della condotta della clinica da noi seguita – proseguono – ricordiamo che i medesimi fatti oggi contestati dalla Procura Generale furono già oggetto di indagine della Procura di Piacenza e terminarono con l’archiviazione”. La lettera si conclude con la volontà, da parte della clinica, di difendersi nel merito della controversia e contestare il sequestro. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.