Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

Moretti e Bellocchio aprono il Bobbio Film Festival FOTOSERVIZIO foto

Nanni Moretti e Marco Bellocchio, due maestri del cinema italiano hanno aperto la diciannovesima edizione del Bobbio Film Festival. Una serata speciale quella di sabato

Nanni Moretti e Marco Bellocchio, due maestri del cinema italiano, hanno aperto la diciannovesima edizione del Bobbio Film Festival. Una serata speciale quella di sabato con la proiezione al Chiostro di San Colombano di “Mia madre”, l’ultima fatica del regista di “Ecce Bombo”, “Palombella Rossa” e “Habemus Papam”. 

Nanni arriva accompagnato dalla direttrice del Bobbio Fest Paola Pedrazzini e scambia qualche battuta coi cronisti, ma non ha molta voglia di inquadrare la sua opera dentro categorie rigide, e aggiunge di averne ancora meno di dichiarare “banalità”. Così è assai più interessante intercettare il suo fitto dialogo con Bellocchio, che gli racconta le ultime fasi della realizzazione di “Fai bei sogni”, la pellicola tratta dal libro di Massimo Gramellini.

“Non ho ancora finito di girarlo il film – spiega Bellocchio a un Nanni incuriosito – è molto complicato, è tutto spezzettato”. E poi una considerazione su uno dei protagonisti, l’attore Valerio Mastandrea: “È bravo, a me ricorda Mastroianni, ma devo levargli un po’ di quella sua romanità”. Moretti ascolta divertito ma non azzarda consigli.

Al sindaco di Bobbio Roberto Pasquali il compito di fare gli onori di casa dal palco e i ringraziamenti: tra i presenti il Sottosegretario Paola De Micheli, il parlamentare Marco Bergonzi e l’assessore regionale Paola Gazzolo. E dopo la fine della proiezione di “Mia madre” il dibattito con Nanni Moretti, che tuttavia non nasconde il disagio di farsi interprete del suo film. 

Ecco alcuni spunti del Nanni-pensiero. “Quando lavoro ad un film, parto dalle scene. Anche se non so ancora quale sarà il prossimo, fisso delle scene per portarle dentro alla sua realizzazione”. E su “Mia madre” dice: “Volevo raccontare in un personaggio femminile prerogative maschili, troppo spesso sono gli uomini nei film a fare quello che fa Margherita Buy in Mia madre”. Sulla scelta di John Turturro come attore straniero: “L’ho apprezzato in alcune opere girate in Italia come la Tregua di Francesco Rosi, lui stesso ha realizzato un film sulla canzone napoletana “Passione”, mi è parso adatto anche perchè non l’ho mai visto come un attore soltanto realista, ma anche con una vena di follia in alcune sue intepretazioni”.

Nel film la regista interpetata dalla Buy chiede al suo attore di ‘stare accanto al personaggio, di non confondersi con lui’: “Anch’io cerco di fargli capire cosa voglio dalla recitazione, gli faccio vedere come farei io la scena, come regista non amo chi si immedesima così tanto da scomparire, come Al Pacino in Scarface. A me piacciono molto attori come Robert Duvall e in Europa Fabrice Luchini”. E infine un complimento a Margherita Buy: “Grandissima attrice che si affida molto al regista, con lei, come mi è capitato con Silvio Orlando, c’è una sintonia quasi naturale che mi aiuta molto”.

IL FESTIVAL – Domenica 2 agosto, “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo, ospite insieme ad Alba Rohrwacher; “Vergine giurata”; lunedì 3 agosto di Laura Bispuri presente con la protagonista, ancora la Rohrwacher; “N’capace”, di Eleonora Danco il 4 agosto, anch’essa presente come tutti i registi; “I nostri ragazzi” di Ivano De Matteo, ospite insieme a Barbora Bobulova, mercoledì 5 agosto; “La vita oscena”, giovedì 6 agosto di Renato De Maria, anch’egli presente insieme al direttore della fotografia, Daniele Ciprì, il quale la sera successiva, presenterà “La buca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.