Quantcast

Uffici postali, la proposta dei sindaci “Mantenere un’apertura a settimana” foto

Come è già stato più volte scritto, Poste Italiane ha intenzione di chiudere 53 uffici in Emilia Romagna, e tra questi rientrano le filiali piacentine di Settima, Santimento, Biana, San Giuliano, Godi, Rezzano, Vicobarone e San Nazzaro.

Più informazioni su

Sindaci in prima linea contro la chiusura di 8 uffici postali nel Piacentino, la società Poste Italiane ha già iniziato a spedire le disdette di affitto per le sedi interessate a partire dal 6 settembre. 

Questa mattina, 4 agosto, si è tenuto il vertice alla sede centrale delle Poste di piazza S. Antonino con i referenti dell’azienda. Presenti i sindaci Raffaele Veneziani, Gianni Zanrei, Michele Sfriso, Angelo Ghillani, Massimo Castelli, Giancarlo Tagliaferri e Manuel Ghilardelli. 

Come è già stato più volte scritto, Poste Italiane ha intenzione di chiudere 53 uffici in Emilia Romagna, e tra questi rientrano le filiali piacentine di Settima, Santimento, Biana, San Giuliano, Godi, Rezzano, Vicobarone e San Nazzaro. 

I sindaci hanno contrastato la decisione di Poste Italiane proponendo che gli uffici oggetti di ridimensionamento continuino la loro attività un giorno a settimana. “La nostra è una proposta di mediazione – dice il primo cittadino di Rottofreno, Raffaele Veneziani -, abbiamo proposto che gli otto uffici restino aperti un giorno settimana ciascuno. Di questi, con la sola eccezione di San Nazzaro che resta aperto 6 giorni, tutti gli altri garantiscono il servizio per 3 giornate. In pratica chiediamo a Poste di ridurre il servizio da 28 giorni a 8 al mese. Questa proposta sarà inviata dal sottoscritto, nella veste di coordinatore Anci a Poste,e a Agcom. Se verrà respinta, vogliamo sapere chi se ne assumerà la responsabilità. Poste non può discriminare i territori più deboli in vista di maggiori profitti con la quotazione in Borsa”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.