Quantcast

Alluvione, Dosi: “A Roncaglia dipendenti comunali per le richieste danni” foto

"La nostra preoccupazione - ha detto il sindaco in consiglio comunale - è stata quella di venire incontro alle esigenze di cittadini e esercenti di Roncaglia, non facciamo promesse che non possiamo mantenere. Li incontreremo nuovamente mercoledì sera, per raccogliere nuove sollecitazioni"

Più informazioni su

La seduta di lunedì pomeriggio del consiglio comunale di Piacenza si è aperta con un ospite d’eccezione, il piccolo Bruno, il figlio della consigliera del M5s Barbara Tarquini, al ritorno a palazzo Mercanti dopo la gravidanza.

A tenere banco nelle comunicazioni iniziali è stata ancora l’alluvione del 14 settembre scorso. Giovanni Castagnetti (Pc per Dosi) ricorda il concerto benefico organizzato per il 7 ottobre in piazza Cavalli. Tommaso Foti (Fratelli d’Italia) invita infine a non fare “discorsi da bar” in merito allo stato di emergenza proclamato per le valli piacentine.

“”Prima di andare a promettere dei soldi, e necessario che il decreto sia pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. I rappresentanti del Governo dovrebbero impegnarsi su questo fronte”. Foti inoltre fa presente che dal 2000 al 2015 non si è pensato ad allungare l’argine a protezione di Roncaglia.

“Invece di fare delle passerelle, i parlamentari dovrebbero impegnarsi per modificare la legge che consente di scavare nel letto dei fiumi”, dice Marco Tassi del Pdl. ‘Era proprio necessaria una disgrazia come questa per far capire che non si può andare avanti in questo modo?”

Di alluvione, con particolare riferimento a Roncaglia, ha parlato anche il sindaco Paolo Dosi: “La nostra preoccupazione è stata quella di venire incontro alle esigenze di cittadini e esercenti di Roncaglia, non facciamo promesse che non possiamo mantenere. Li incontreremo nuovamente mercoledì sera, per raccogliere nuove sollecitazioni”.

“Grazie al segretario Filippini, abbiamo deciso di prevedere la presenza di 2 dipendenti comunali nella frazione per compilare la richiesta danni. Una delle mie preoccupazioni e quella di non promettere quello che non posso mantenere, nè in termini di tempi nè di risorse erogate. Questa esperienza drammatica ci ha insegnato una cosa: Piacenza fa parte del territorio provinciale, non era mai capitato che fossimo coinvolti in ugual misura della provincia e allo stesso modo vorremmo essere coinvolti in ugual misura (Piacenza non è stata chiamata ieri a Zerba, ndr)”.

Via libera all’unanimità da parte dell’aula per l’istituzione di una commissione speciale di inchiesta per accertare le eventuali responsabilità per l’allagamento di Roncaglia e Borghetto. La proposta era stata avanzata dai consiglieri di Fratelli d’Italia Tommaso Foti e Erika Opizzi.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.