Quantcast

Alluvione, è partita la corsa alla solidarietà dei piacentini

Dopo lo choc della devastazione di ieri, il territorio sta reagendo attivando forme di raccolte fondi per sostenere le popolazioni colpite dall'alluvione in provincia di Piacenza. Banca di Piacenza ha inoltre attivato un plafond di credito di 20 milioni, mentre Unicredit di 5 milioni.

Più informazioni su

Dopo lo choc della devastazione di ieri, il territorio sta reagendo attivando forme di raccolte fondi per sostenere le popolazioni colpite dall’alluvione in provincia di Piacenza. Banca di Piacenza ha inoltre attivato un plafond di credito di 20 milioni, mentre Unicredit di 5 milioni.

IN VALTREBBIA – Anche la cooperariva Cooltour ha attivato una raccolta fondi alternativa. Domenica 20 e domenica 27 ore 14.30 sarà possibile effettuare una visita guidata a Bobbio ad offerta libera. Il ricavato verrà devoluto ai comuni della Valtrebbia colpiti dall’alluvione. Per partecipare non occorre prenotazione. Il ritrovo è alle 14 e 30 di fronte all’ingresso della basilica di San Colombano. 

RACCOLTA FONDI ANPAS – E’ stata avviata da Anpas Emilia Romagna una raccolta fondi i cui proventi verranno destinati a progetti a favore delle popolazioni alluvionate. Mediante il nostro sistema informativo infoPOINT di Anpas Emilia Romagna provvederemo ad aggiornare sulla situazione.

A tale scopo è stato aperto un c/c:
presso la BANCA POPOLARE DI VICENZA Filiale di Piacenza – P.le Medaglie d’oro 7/9
IBAN       IT82S0572812600214571269349
CAUSALE :  DONAZIONE PRO ALLUVIONATI DELLA PROVINCIA DI PIACENZA
 
Vicini a chi sta soffrendo Il PD di Piacenza e dell’Emilia-Romagna promuovono una raccolta fondi in solidarietà con le popolazioni del piacentino colpite dall’alluvione (comunicato a firma di Loris Caragnano (Segretario provinciale) e Paolo Calvano (segretario regionale) – Nella notte tra il 13 e il 14 settembre una devastante alluvione ha pesantemente colpito le vallate piacentine del Nure e del Trebbia e la frazione piacentina di Roncaglia. Ancora una volta la nostra Regione è ferita da un evento calamitoso distruttivo, e ancora una volta saprà reagire e ricostruire. Esprimiamo cordoglio per la scomparsa della guardia giurata Luigi Albertelli, tragicamente deceduto mentre stava compiendo il suo lavoro e ci uniamo al dolore dei famigliari. Seguiamo con apprensione le ricerche del papà e del figlio che risultano dispersi da ieri all’alba. Il nostro pensiero va in questo momento anche a tutte quelle persone, a quei lavoratori, a quelle famiglie che in poco tempo si sono viste distruggere gran parte dei loro beni, frutto di anni di fatica.

Le istituzioni locali, la Regione, la Protezione civile, i volontari delle associazioni, sono all’opera per soccorrere e per rispondere alle esigenze delle popolazioni. A tutti loro va il riconoscente ringraziamento del Partito Democratico. Lo stanziamento della Regione per fronteggiare l’emergenza è una prima importante risposta e la dichiarazione dello stato di calamità naturale deve essere la premessa per avviare in tempi rapidi e certi l’opera di ripristino e ricostruzione. Vogliamo e dobbiamo portare avanti – in ambito regionale e nazionale e a maggior ragione di fronte al ripetersi di eventi calamitosi di portata sempre più devastante – il piano pluriennale di investimenti per la prevenzione dei rischi di dissesto idrogeologico e di manutenzione territoriale dell’Appennino e delle aree interne. Il PD è decisamente al fianco delle popolazioni colpite. Lo siamo con l’impegno dei nostri amministratori in Provincia, nei Comuni, nella Regione, e vogliamo esserlo anche con la concreta solidarietà delle nostre organizzazioni e dei nostri iscritti.

Per questo, abbiamo deciso di promuovere una raccolta fondi che vedrà impegnati in tutta la regione, i nostri iscritti e elettori, i Circoli e le organizzazioni territoriali PD, anche con l’organizzazione di incontri e iniziative per rappresentare la gravità e la drammaticità dell’evento che ha colpito il piacentino.

Per le donazioni: IBAN: IT76X0623012609000030610219 Conto corrente postale n. 1027129996 intestato a Partito Democratico di Piacenza. Indicando la causale: “SOTTOSCRIZIONE ALLUVIONE VALNURE E VALTREBBIA”

Anche Forza Italia lancia la raccolta fondi (comunicato della segreteria provinciale del partito) – Nelle prime ore di lunedì 14 il territorio della provincia di Piacenza è stato vittima di precipitazioni piovose di eccezionale portata che hanno colpito in particolar modo la Valnure e la Valtrebbia.

Di fronte a questa tragedia la nostra solidarietà va a tutti i Sindaci ed agli abitanti che stanno affrontando e gestendo questa terribile situazione, e con loro a tutte le istituzioni ed ai volontari impegnati in prima persona dimostrando che, pur in ginocchio, il nostro territorio saprà reagire e ripartire.

Un pensiero particolare va ai familiari della guardia giurata Luigi Albertelli che ha perso la vita sul lavoro assieme all’augurio di ritrovare al più presto quel padre e quel figlio ancora dispersi. Pensiero che va anche a tutte quelle persone che si sono viste distruggere i loro paesi ed il frutto di anni di sacrifici.
In questi momenti più che mai il lavorare assieme ed oltre ogni polemica è indispensabile, e soprattutto occorre farlo per superare la drammatica emergenza a fianco delle popolazioni colpite.

Lo stanno facendo i nostri amministratori locali mentre noi saremo inflessibili, ma solo ad emergenza superata, nel dare risposta a chi chiede il perché di questa tragedia “annunciata” e nel pretendere che le politiche di gestione del territorio cambino immediatamente rotta e non portino mai più a drammi evitabili. Nel mentre, questa mattina il Coordinatore Regionale di Forza Italia Onorevole Massimo Palmizio, ha dato lettura di un documento per sollecitare l’urgente messa in stato di emergenza e per promuovere l’inversione di rotta delle attuali fallimentari politiche di gestione del territorio.

In questa fase di emergenza, però, serve l’impegno condiviso di tutti e l’aiuto da parte dei tanti che vorrebbero dare un contributo concreto. Per questo motivo, sfruttando la rete di cui il Partito di Forza Italia dispone su tutto il territorio, si è attivata una raccolta fondi da destinare alle zone colpite dall’alluvione per dare sostegno concreto a chi sta vivendo questo dramma.

Questo il Codice Iban per effettuare le donazioni: IT29Z0515665350CC0330006315. Ci si attiverà inoltre con iniziative e banchetti su tutto il territorio della provincia. L’iniziativa verrà presentata comune per comune assieme a tutte le modalità di raccolta fondi. Solo lavorando assieme e con senso di responsabilità si potrà superare il dramma che ha colpito il nostro territorio, dare un concreto aiuto alle popolazioni piacentine alluvionate e creare le condizioni per un più sicuro futuro.

Raccolta fondi della Caritas – La Caritas Diocesana di Piacenza-Bobbio, nell’attesa di avere informazioni più precise, lancia una prima sottoscrizione pubblica per fronteggiare la prima emergenza. Quanti intendono sostenere i primi interventi in corso possono utilizzare le seguenti modalità specificando nella causale “EMERGENZA ALLUVIONE IN VALNURE E VALTREBBIA”:
·       versamento diretto presso i nostri uffici in Via Giordani, 21 a Piacenza dalle ore 9 alle 12 dal lunedì al venerdì;
·        C/C bancario tramite Banca di Piacenza intestato a Fondazione Autonoma Caritas Diocesana di Piacenza-Bobbio. Iban: IT61 A 05156 12600 CC0000032157.

Raccolta Fondi Croce Rossa Italiana – Sono numerosissimi i Volontari CRI della nostra provincia che dalle prime ore dell’alba di Lunedi 14 Settembre, coordinati dal Delelegato Provinciale Area 3 Michele Gorrini, stanno affrontando l’emergenza alluvione che ha colpito la Val Nure e la Val Trebbia. Continuano anche oggi le operazioni di aiuto alle popolazioni colpite dalle esondazioni del fiume Trebbia e Nure, abbiamo squadre dislocate su tutto il territorio comunale di Farini e di Ottone. Squadre di volontari stanno aiutando anche nella zona di Roncaglia (PC) e nell’abitato di Marsaglia (PC). 

Il Comitato Provinciale di Piacenza ha organizzato una raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite dall’alluvione dei giorni scorsi.  Chi vuole può effettuare una donazione tramite la Banca di Piacenza sul conto corrente intestato a Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Piacenza numero 37440 o effettuare un bonifico sul seguente IBAN: IT 58 E 05156 12600 CC 00 000 37440, mettendo come causale “Offerta per popolazioni alluvionate del Nure e Trebbia”.

SINDACATI E ASSOCIAZIONI – Una sottoscrizione a sostegno delle persone colpite dagli effetti dell’alluvione che si è abbattuta nelle vallate dell’Aveto, del Nure e del Trebbia nella notte tra il 13 e il 14 settembre. In queste ore sono in corso relazioni e accordi tra CGIL CISL UIL e numerose realtà associative e di rappresentanza che insieme alle organizzazioni sindacali hanno espresso la volontà di costituire un fondo di emergenza.

Prime adesioni da Confindustria, Confapi, Confcooperative, Legacoop, Confesercenti, Confcommercio, Confagricoltura, CNA ma nelle prossime ore si conta di allargare ulteriormente la rete di solidarietà che sta nascendo. L’Amministrazione Provinciale di Piacenza si è resa disponibile per svolgere la funzione di coordinamento dell’iniziativa.

Con il contributo di lavoratori e aziende sarà possibile sostenere progetti locali di aiuto, ricostruzione e messa in sicurezza. Versamenti volontari saranno totalmente tracciati e resi disponibili nei tempi i più brevi possibili. Più precise modalità di partecipazione e tutti i particolari della gestione dei fondi saranno
resi noti appena possibile già nei prossimi giorni.

Anche l’Unione Valnure Valchero ha reso disponibile un conto corrente sul quale è possibile fare un versamento a favore dei Comuni piacentini colpiti dall’alluvione.
IBAN    IT 55 N 05156 65411 CC0350005981
intestato a Unione Valnure Valchero – Servizio Tesoreria
causale Alluvione Valnure Valtrebbia

Banca di Piacenza a fianco dei cittadini e imprese colpite dall’alluvione, stanziato un plafond di 20 milioni di euro – A fronte delle emergenze causate dalla recente alluvione che ha colpito duramente la nostra provincia, la Banca di Piacenza mette a disposizione delle famiglie e delle aziende danneggiate un plafond di 20 milioni di euro, ed una serie di misure concrete destinate a far fronte e a favorire il superamento delle difficoltà create dagli eventi atmosferici e ambientali. Aziende e famiglie interessate possono richiedere nuovi finanziamenti chirografari a condizioni estremamente agevolate, beneficiando anche dell’azzeramento delle spese di istruttoria e di una procedura di attivazione particolarmente snella e rapida.

Inoltre, la Banca di Piacenza ha deciso di intervenire anche per alleggerire il peso degli oneri finanziari che gravano sulle famiglie e sulle imprese colpite dall’alluvione e che già usufruiscono di finanziamenti con l’Istituto; in questo caso è prevista la possibilità di sospendere il rimborso della quota capitale per dodici mesi. Ancora una volta, quindi, la Banca di Piacenza – autentica banca del territorio – si dimostra concretamente vicina alle famiglie e alle aziende piacentine offrendo loro un aiuto reale, immediato e tangibile basato sull’individuazione di soluzioni semplici ed efficaci, schierandosi al fianco dei propri clienti per metterli nelle condizioni di superare questo difficile momento.

Unicredit stanzia un plafond da 5 milioni di euro per le imprese e i cittadini – Unicredit stanzia un plafond da 5 milioni di euro per le imprese e i cittadini – In seguito alla forte ondata di maltempo  che ha colpito una vasta area del territorio piacentino, provocando ingenti danni ai cittadini e alle imprese, UniCredit ha varato diversi interventi di sostegno a favore della comunità e ha stanziato un plafond di 5milioni di euro, che potrà essere implementato in relazione alle richieste che perverranno. 

Sono quindi previste da UniCredit speciali linee di credito a un tasso fisso agevolato, dedicate ai privati e finalizzate al riacquisto di automezzi e motocicli danneggiati. Anche per le aziende, UniCredit ha varato interventi a tasso agevolato che vanno da un’apertura di credito a 12 mesi,  a finanziamenti di durata fino a 7 anni con preammortamento di due anni.

“L’intervento di UniCredit – spiega Massimo Tazzioli, Area Manager del Gruppo bancario per l’area di Piacenza – si aggiunge a quelli già attuati dal nostro Istituto in  favore delle imprese e delle famiglie colpite dalle calamità in altri territori della nostra regione.  E’ inoltre caratterizzato dalla massima semplicità, flessibilità e rapidità di erogazione”.

Parietti (Commercianti): “Chiesta l’erogazione di fondi a Confcommercio” – L’Unione Commercianti “esprime la sua solidarietà agli abitanti ed agli operatori economici, così duramente colpiti dalla catastrofica alluvione di domenica notte ed il suo Presidente Alfredo Parietti si è subito mobilitato, sensibilizzando la Confcommercio nazionale nella persona del suo presidente Carlo Sangalli”.

Nella lettera inviata Parietti scrive “la catastrofe che si è abbattuta con estrema ed inaudita violenza sul territorio piacentino tra domenica e lunedì ha provocato serissimi danni alle vie di comunicazione, ma soprattutto ha causato danni ingenti ad un elevato numero di operatori commerciali, pubblici esercizi e di servizi nostri associati. La massa d’acqua, fango, alberi e detriti è entrata nelle vie e nelle piazze di molti importanti comuni (Pontedell’Olio, Bettola, Farini, Ferriere Ottone, Bobbio Rivergaro) devastando le nostre attività e mettendo in ginocchio i nostri soci in un periodo economico non certo dei migliori.

Ciò detto, mi permetto di chiedere un aiuto economico con l’erogazione di fondi a favore delle zone devastate dall’alluvione, attingendo le risorse dalla Fondazione Orlando, così come è stato fatto in passato per le zone colpite dal sisma in Emilia e Lombardia e dall’alluvione in Sardegna. Inoltre, ritengo sarebbe un gesto molto apprezzato, una visita di solidarietà ai nostri operatori, tenuto conto che tra i due dispersi (padre e figlio) uno di loro è il titolare di un negozio di fiori nostro associato”.
 
Intanto nell’attesa della risposta del Presidente Sangalli, una delegazione di Unione Commercianti guidata dal Direttore Giovanni Struzzola, si recherà nei centri dei Comuni maggiormente danneggiati per esprimere la solidarietà dell’Unione a tutti i soci che così duramente provati dall’alluvione e, per offrire loro futura assistenza nel disbrigo delle eventuali pratiche, consulenza in materia assicurativa e legale nel caso ne avessero bisogno.

Raccolta fondi anche a Tendenze – Durante la manifestazione Tendenze (in programma dal 18 al 20 a Spazio4)  l’Associazione Crows Eventi ha organizzato una raccolta fondi a favore delle vittime dell’alluvione svoltasi in questi giorni. Per chiunque fosse disponibile sarà possibile lasciare un’offerta libera presso la cassa del festival, in un raccoglitore che verrà messo a disposizione. L’associazione si impegna a devolvere ai Comuni colpiti dall’alluvione quanto ricavato dalla raccolta durante i giorni della manifestazione. Un piccolo gesto, per ciascuno di noi, che può aiutare il nostro territorio.

Forza Nuova – Anche Forza Nuova si sta attivando per una raccolta di alimenti e generi di prima necessità per aiutare le famiglie alluvionate.Daniela Idri Forza Nuova Piacenza precisa: “Spesso in questi tragici avvenimenti vi è un solo colpevole, l’uomo, piuttosto che la natura che si manifesta con questi eventi climatici di proporzioni esagerate ma non sempre imprevisti. In questo caso, come in altri in passato nel nostro Paese, qualcuno non ha fatto il proprio dovere per scongiurare simili disastri, oggi le amministrazioni locali non si possono trincerare dietro alla solita frase “non lo sapevamo”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.