Quantcast

Bonaccini a Expo incontra i sindaci emiliani: “Insieme per affrontare le sfide”

"Insieme - ha detto il presidente della Regione - potremo davvero continuare ad essere uno dei territori più avanzati d’Europa e del mondo. E lo abbiamo dimostrato anche qui ad Expo, dove possiamo dire che il bilancio è più che positivo"

Più informazioni su

«Insieme potremo davvero continuare ad essere uno dei territori più avanzati d’Europa e del mondo. E lo abbiamo dimostrato anche qui ad Expo, dove possiamo dire che il bilancio è più che positivo. Lo abbiamo dimostrato con la presenza di tutti i territori emiliano romagnoli, di tante imprese, consorzi e associazioni di categoria nonché con l’abbinamento con le tante eccellenze del territorio, ad iniziare dalla Ferrari che è esposta davanti allo spazio dell’Emilia-Romagna».

Così il presidente della Regione Stefano Bonaccini concludendo l’incontro con i sindaci dei Comuni emiliano-romagnoli nella Sala della terra del Parco della biodiversità.

Al meeting “La sfida dell’Emilia-Romagna oltre Expo”, organizzato in collaborazione con Anci Emilia-Romagna, sono intervenuti l’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi, il presidente dell’Anci emiliano romagnolo Daniele Manca, il sottosegretario Andrea Rossi e l’assessore al Turismo Andrea Corsini.

La partecipazione dell’Emilia-Romagna all’Esposizione Universale ha puntato su attività di co-progettazione e sulla condivisione di azioni e iniziative con enti locali e territori, nella convinzione che soltanto lavorando insieme sia possibile costruire uno sviluppo di qualità, sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale.

Facendo tesoro di questa esperienza, nell’incontro con i Sindaci si è discusso di come affrontare gli impegni dei prossimi mesi: dall’attuazione dei programmi comunitari alla realizzazione degli stati generali della green economy, dalle riforme istituzionali all’agenda digitale. «Il dopo Expo l’Emilia-Romagna lo terrà vivo anche con World Food Research Innovation Forum: abbiamo già deciso che si svolgerà una due giorni alla Fiera di Parma, il 9 e 10 maggio 2016, in occasione di Cibus» ha aggiunto il presidente Bonaccini.

Tracciando un bilancio dell’Emilia-Romagna ad Expo, l’assessore regionale Palma Costi ha evidenziato che «ai temi di Expo possiamo dare risposte grazie alla nostra agricoltura, industria, più in generale al manifatturiero, formazione e turismo. Grandi tradizioni coniugate a ricerca e a innovazione. Expo ci ha permesso di ragionare su chi siamo e dove andiamo. Bisogna continuare a capire come continuare questo grande viaggio nel mondo. Il mondo ha una forte domanda nei confronti dei nostri prodotti».

Il presidente dell’Anci Emilia-Romagna Daniele Manca cha sottolineato che «dopo Expo quello che resta ai Comuni, e che ritornerà nelle nostre comunità, è una grande opportunità per costruire nuovo lavoro, nuova crescita economica e anche di essere orgogliosi di appartenete ad una regione che se fa sistema ed è competitiva in Italia ma anche nella dimensione europea e mondiale. I nostri territori nel lavorare insieme – lungo la via Emilia, nella dimensione dell’acqua, dell’ambiente, delle straordinarie potenzialità del mare – possono offrire anche al Paese un grande punto di riferimento per ripartire, per crescere, per costruire lavoro ed opportunità».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.