“Cane mio, impariamo a parlarci meglio”, incontro al CerPa

Venerdì 18 settembre (ore 20 e 45) al Cerpa serata sulla comunicazione con il veterinario comportamentalista Gerardo Fina dal titolo "Cane mio, impariamo a parlarci meglio". 

Più informazioni su

Venerdì 18 settembre (ore 20 e 45) al Cerpa serata sulla comunicazione con il veterinario comportamentalista Gerardo Fina dal titolo “Cane mio, impariamo a parlarci meglio”.

C’è chi sostiene che certi cani, particolarmente sensibili, siano in grado di percepire quel che vogliamo dire ancor prima che ci escano le parole di bocca. Certo è che tutti i cani sono dei grandi comunicatori, oltre che acuti osservatori. Sanno dialogare tra loro con un linguaggio molto variegato e chiaro, attraverso segnali visivi, olfattivi, tattili. Ci provano pure con noi umani, anche se non sempre ottengono dei buoni risultati.

Hanno un modo di relazionarsi fatto di precisi rituali che bisogna imparare a comprendere se vogliamo entrare ancor più in buoni rapporti con loro, dobbiamo sapere che cosa leggono nei nostri diversi modi di atteggiarci, di guardare, di parlare, di fare un gesto piuttosto che un altro, e cercare di servircene per renderci a nostra volta più comprensibili ai loro occhi (e orecchi). Di questo affascinante argomento che offre sempre nuovi spunti di riflessione e sorprese straordinarie, capaci di aiutarci ad entrare con qualche strumento di conoscenza in più nel meraviglioso mondo animale, si parlerà venerdì sera al Cerpa della Veggioletta (via Pirandello 11/13) con il veterinario comportamentalista Gerardo Fina.

Titolo della serata, a ingresso libero, “Problemi di comunicazione cane-cane, cane-uomo”: tra gli aspetti affrontati anche le “incomprensioni”, quali le conseguenze, quali i rimedi. Inizio alle 20,45. Al termine buffet offerto dal Centro veterinario cura educazione riabilitazione piccoli animali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.