Quantcast

Chiusura Prefettura, Pd: “Piacenza non venga penalizzata”

“Garantiamo il nostro massimo impegno affinché la prefettura di Piacenza non venga penalizzata”. Il Partito Democratico di Piacenza segue "con grande attenzione" il dibattito legato alla bozza di decreto del Ministero degli Interni che prevede la chiusura di 23 prefetture in tutta Italia

Più informazioni su

“Garantiamo il nostro massimo impegno affinché la prefettura di Piacenza non venga penalizzata”. Il Partito Democratico di Piacenza segue “con grande attenzione” il dibattito legato alla bozza di decreto del Ministero degli Interni, circolata nei giorni scorsi, che prevede la chiusura di 23 prefetture in tutta Italia tra cui quella di Piacenza, per la quale potrebbe aprirsi la strada dell’accorpamento a quella di Parma.

Su questo tema intervengono il segretario provinciale del partito Loris Caragnano e il responsabile sicurezza del partito Andrea Tagliaferri. “Come aveva fatto presente lo stesso sottosegretario Paola De Micheli, va fatta la doverosa premessa che siamo di fronte a una bozza di riordino e, come tale, non è ancora stato deciso nulla. Fermo restando ciò, siamo consapevoli dei rischi ai quali il nostro territorio sarebbe esposto se dovesse chiudere la prefettura di Piacenza, una istituzione la cui utilità resta indubbia, a maggior ragione perché serve un territorio cerniera incastonato tra più regioni”.

“Tale provvedimento porterebbe al conseguente declassamento della questura, delle caserme dei carabinieri e dei vigili del fuoco, cioè di tutti quei presidi di pubblica sicurezza che sono sempre stati e saranno sempre dei punti di riferimento per i cittadini e le istituzioni stesse. Ci uniamo dunque alle voci di preoccupazione che si stanno levando in questi giorni da più parti e possiamo garantire fin d’ora che tutti i rappresentanti del Partito Democratico di Piacenza in ogni sede istituzionale, dal Governo al Parlamento, dal Consiglio Regionale alla Provincia, metteranno in atto ogni strategia possibile o atto concreto per far sì che la prefettura di Piacenza non venga penalizzata”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.